LE OPINIONI

IL COMMENTO Per Don Vincenzo Avallone

DI GIOVAN BATTISTA CASTAGNA

In fisica, in matematica – faccio questa premessa perché sappiamo che don Vincenzo molte volte nelle sue omelie parlava di scienze, di fisica – il primo concetto importante che viene introdotto è il sistema di riferimento. Ogni cosa viene misurata, calcolata, tenendo presente un sistema di riferimento. Il sole stesso, la terra stessa per misurare il sistema di rivoluzione sono riferimento. Nella vita quotidiana, nel vivere quotidiano è importante il riferimento. Anche un bambino quando inizia a giocare a pallone si sceglie un calciatore come riferimento. Un cristiano tipo per la sua vita deve tenere in riferimento nostro Signore, che rappresenta la vita, la via e la verità. Ebbene molte volte noi perdiamo la via, perdiamo la verità; allora ecco che nostro Signore ci ha donato e ci dona i santi come riferimento più vicino a noi per intercedere, che fanno da tramite, perché nostro Signore ci vuole santi. ED è UN CONTINUO PROVARCI. Non si arrende, nostro Signore ci manda continuamente nuovi riferimenti, per rinnovare continuamente quel desiderio di vederci Santi, felici. Ed è un continuo, non si ferma, ci vuole bene incondizionatamente. Ebbene, ci ha mandato don Vincenzo Avallone frutto dell’amore di Nostro Signore per i suoi figli.

Ed un uomo come me che può fare nel vedere Don Vincenzo. Un uomo che sorrideva sempre perché aveva capito che Dio ci vuole bene, che il bene, fare del bene è bello, immenso, ti risveglia la giornata. Ti fa viaggiare in una orbita dove non senti il rumore del motore delle cose inutili della vita, e anche il peso della croce. Dove il terremoto, te lo fa apparire e sentire non come tragedia, ma come momento di aggregazione, dello stare insieme; fu lui stesso a dire.in questa tremenda occasione, di una cosa mi sono ancora più convinto: quando le pietre si scollano, le persone si riuniscono.  Dobbiamo necessariamente mettere in pratica, alla lettera, il tuo consiglio, il tuo modo di vivere. Perché la ricostruzione non è solo ricostruire materialmente un fabbricato, o una strada o una scuola ma è soprattutto la prova tangibile di un popolo unito e rinnovato nello spirito con la gioia di portare nel cuore il Signore.  Don Vincenzo aveva bene inteso, il senso della vita, aveva capito quale era la sua via e anche qual era la verità. Un riferimento.

Nel giorno dei funerali dissi che la tua morte avvenuta nel giorno dell’angelo hai voluto darci l’ultimo insegnamento, dicendoci in maniera chiara: Casamicciola!  in ogni cosa che fai e che farai poni davanti a te il Signore, e il tuo cuore gioirà. Era perché ancora una volta ci hai voluto dettare i riferimenti giusti. Un uomo come me, come noi, che non hanno ancora saputo scegliere bene il proprio riferimento – don Vincenzo è il riferimento più vicino a noi che nostro Signore ci poteva donare per aiutarci a trovare la strada giusta. Scegliendo lui, ci avviciniamo a quell’amore dei santi, incantevole, che certamente sapranno riferirci le giuste indicazioni per arrivare a nostro Signore. Caro don Vincenzo, Battista, o u  figli e Emilia a cigliese  – come mi chiamavi  – ti saluta e per quello che oggi rappresento per questo popolo ti prego di non lasciarmi da solo e di continuare ad essere per me e per tutto il popolo di Casamicciola  quel riferimento, quell’aiuto  necessario per avvicinarmi e avvicinarci all’amore infinito di Nostro Signore.

* SINDACO DI CASAMICCIOLA TERME

Articoli Correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button
Close