Statistiche
ARCHIVIO 4

Il linguaggio del corpo e delle emozioni, il convegno dell’ Accoglienza Il Girasole

di Isabella Puca

Ischia – Si svolgerà sabato prossimo il convegno promosso dall’Associazione “Accoglienza il Girasole” nata circa un anno fa per sensibilizzare l’isola alla cura dei disturbi alimentari quali anoressia e bulimia. «L’idea – ci anticipa la dott.ssa Agnese Sasso, presidentessa dell’associazione – è quella di festeggiare il nostro primo anno di attività in associazione con questa giornata formativa e informativa, per la sensibilizzazione, per una corretta informazione e anche per far conoscere alle persone quello che abbiamo fatto e quello che abbiamo in progetto di fare. In più ci sarà la presentazione del libro del nostro direttore scientifico prof. Raffaele Ruocco». Il convegno inizierà alle 16:00 con il saluto ai partecipanti da parte di tutta l’equipe del centro, alle 16:30 si entrerà nello specifico con l’intervento del dott. Raffaele Ruocco medico specialista in scienze dell’alimentazione, igiene e medicina preventiva che parlerà di Obesità e DCA: responsabilità personale o ambiente tossico?. Seguirà l’intervento legato al tema di cibo ed emozioni delle dott.sse Carmela De Blasio e Mariaregina Liberti entrambe psicologhe psicoterapeute del consultorio familiare con cui collabora il centro. Dopo un break, alle 17:40, la seconda parte del convegno relativa alla nuova dietetica, il dott. Ruocco parlerà del programma psico – nutrizionale: verso una nuova ginnastica della mente; a seguire interverranno la dott.ssa Piccolino, biologa nutrizionista che discuterà della rieducazione alimentare: verso una nuova sinfonia metabolica. L’ultimo intervento, prima della chiusura dei lavori, vedrà protagonista Gianni Sasso, 9°classificato alle Paralimpiadi di Rio dello scorso settembre nella categoria di Triathlon. «Siamo stati molto felici e fieri – ha concluso la dott.ssa Sasso – che ogni nostro evento è stato sempre molto partecipato e sentito dagli isolani. Abbiamo riscontrato tanta sensibilità verso questa problematica e per il centro ascolto si sono rivolte a noi almeno 20 persone per ricevere aiuto e tutte, in questo momento, stanno facendo un percorso di tipo psicoterapeutico. Ci auguriamo che in futuro l’associazione possa essere sempre più d’aiuto».

1-foto secondaria

Articoli Correlati

0 0 voti
Article Rating
Sottoscrivi
Notificami
guest

0 Commenti
Inline Feedbacks
Visualizza tutti i commenti
Back to top button
0
Mi piacerebbe avere i vostri pensieri, per favore commentatex