CRONACAPRIMO PIANO

In fila per gli imbarchi all’ex parcheggio Guerra, riecco il nuovo dispositivo a Ischia

L’ordinanza entrerà in vigore domani 13 agosto, e resterà valida fino a nuova disposizione

Con qualche mese di ritardo, riecco l’ordinanza che regola le modalità di accesso all’area portuale di Ischia per evitare il caos agli imbarchi. Si tratta del dispositivo già adottato in via sperimentale durante l’estate dell’anno scorso, che dette buona prova di sé riuscendo nella grande impresa di eliminare o quantomeno ridurre fortemente il caos a cui la banchina Olimpica ci aveva abituati nel corso degli anni, con interminabili file di auto incolonnate sotto il sole estivo, che mette a durissima prova la pazienza degli utenti, con lamentele che spesso montano fino a esiti evitabili. Quest’anno si parte dalla settimana di ferragosto anziché da luglio, anche per evitare alle Compagnie di navigazione, già alle prese con la drastica diminuzione dei volumi di traffico, di sostenere un ulteriore costo fisso costituito dal trasferimento delle biglietterie nei periodi di maggiore contrazione dei flussi.

Il provvedimento sottoscritto dal sindaco Enzo Ferrandino stabilisce che i conducenti di tutti i veicoli diretti all’imbarco per il continente e le altre isole, per accedere all’area portuale, dovranno attendere il turno per l’imbarco nell’area di sosta attrezzata della ex strada statale 270 nei pressi della cosiddetta Galleria Acquedotto, con assoluto divieto di fermata e di sosta nei pressi della banchina olimpica, e sul tratto del Ponte sopraelevato di via Iasolino. I veicoli diretti all’imbarco saranno incolonnati nell’area di sosta e conseguentemente avviati per l’accesso all’area portuale, a cura del personale delle compagnie di navigazione presente sull’area di sosta della ss270 come peraltro è stabilito dall’ordinanza n.54 del 22 luglio 2020 emanata dall’Ufficio circondariale marittimo di Ischia. Di conseguenza è istituito il divieto di sosta e di fermata lungo tutta la sopraelevata Ponte-Iasolino e la via Iasolino (il tratto compreso tra la Sopraelevata e la Banchina D’Ambra/Olimpica). L’ordinanza entrerà in vigore domani 13 agosto, e resterà valida fino a nuova disposizione.

Proprio a seguito della favorevole sperimentazione del 2019, il dispositivo tornerà ancora più utile in funzione delle attuali esigenze di gestione dell’area portuale, anche in considerazione dell’emergenza sanitaria in atto, che richiede in modo tassativo di disincentivare ogni possibile assembramento garantendo ampie aree di banchina per l’attesa dei passeggeri in modo distanziato, senza l’ingombro costituito da colonne di veicoli in attesa di imbarco che riducono gli spazi a disposizione favorendo la formazione di assembramenti e riducendo le distanze tra le persone. Lo scorso anno tale dispositivo consentì lo svolgimento delle operazioni di imbarco e sbarco senza particolari disagi, con gli utenti intenzionati a raggiungere la terraferma diretti dapprima verso l’ex parcheggio Guerra, dove le auto vengono parcheggiate nell’ampio spazio, per poi fare il biglietto e aspettare il proprio turno per dirigersi verso la banchina Olimpica. Fra l’altro, il dispositivo consente di avere a disposizione un’area adeguata dove gestire la presenza delle auto dovuta ai ritardi delle imbarcazioni. Circostanza che spesso torna molto utile in caso di condizioni proibitive del mare e il conseguente annullamento di diverse corse, che a volte finiscono per concentrare sulle quelle poche rimaste disponibili una enorme folla di utenti.

Articoli Correlati

Rispondi

Back to top button