CRONACA

“Ischia for Ucraina”, le scuole dell’isola contro la guerra

Grande successo dell’iniziativa di Daniela Scotti: i flash mob degli studenti isolani hanno contribuito a realizzare un bellissimo videomessaggio per la pace nel mondo

È stato raccolto con entusiasmo dalle scuole isolane l’appello di Daniela Scotti con il suo progetto “Ischia for Ucraina”. I ragazzi si sono uniti in un unico ed accorato messaggio di Pace per il popolo ucraino, da due settimane precipitato nel tragico incubo della guerra dopo l’invasione dell’esercito russo. Un unico grande messaggio di profonda solidarietà per chi in un momento in cui il mondo a fatica cerca di ristabilire una normalità si trova a dover affrontare anche la disperazione della guerra.Il progetto si è sviluppato tramite l’organizzazione di tanti “flash mob” per lo scorso 4 marzo durante i quali registrare ciascuno un piccolo videomessaggio di Pace. Tutti i messaggi sono poi stati uniti per ottenere e diffondere un unico videomessaggio: sullo sfondo delle note di “Imagine”, la celeberrima canzone di John Lennon, si vedono gli alunni di tutte le scuole isolane, da quelle dell’infanzia alle superiori, da Succhivo a Ischia, da Panza a Serrara, da Barano a Forio, inneggiare alla pace e condannare ogni guerra. Ogni scuola ha realizzato iniziative diverse, cori, disegni, bandiere, un immenso caleidoscopio di colori con le bandiere dei popoli coinvolti che si oppone all’oscurità della guerra. Il montaggio dei vari flashmob suscita grande speranza e lancia un potente messaggio di fratellanza e solidarietà: il video si conclude con alcune frasi in varie lingue, dall’ucraino al russo, dallo spagnolo al tedesco, dall’italiano alla lingua dei segni, con un unico denominatore comune, la pace. L’iniziativa “Ischia for Ucraina” di Daniela Scotti si è quindi risolta in un grande successo, per merito dei ragazzi ma anche dei dirigenti scolastici e dei docenti che con entusiasmo hanno aderito al progetto, capace di lanciare un grande e colorato messaggio di pace per l’Ucraina e il resto del mondo, già provato da altre guerre e da una pandemia che negli ultimi anni ha messo tutti a dura prova.

Articoli Correlati

0 0 voti
Article Rating
Sottoscrivi
Notificami
guest

0 Commenti
Inline Feedbacks
Visualizza tutti i commenti
Controllare Anche
Chiudi
Pulsante per tornare all'inizio
0
Mi piacerebbe avere i vostri pensieri, per favore commentatex