POLITICA

LA CURIOSITA’ L’esposto che sfuma dopo il dietrofront

Da passaggi incredibili a passaggi incredibili è un attimo. Persino la minoranza consiliare di Lacco Ameno è riuscita a superarsi con l’esposto durato lo spazio di un attimo. E dire che per una volta Domenico De Siano e compagni si era svegliati dando seguito ad una procedura da opposizione che andasse oltre l’affare del Porto. Il governo Pascale li ha anticipati revocando l’atto contestato prima che l’”esposto denunzia sulla nomina commissione per la selezione per progressione ordinaria tra aree” giungesse a destinazione.

Giacomo Pascale li ha persino rassicurati con una nota di riscontro inviata tra l’altro ad ANAC e Procura a cui la minoranza si era rivolta, firmata da un’indomita Lucrezia Galano: «Si riscontra per rassicurare i signori consiglieri comunali su una piena legittimità dei procedimenti in corso». In tre pagine l’avvocato a guardia degli Affari Generali ha spiegato alla minoranza la revoca già formalizzata che in ossequio alla normativa che consente di agire in autotutela. «Ben prima dell’ultronea richiesta delle Signorie Vostre acquisita al protocollo. Solo il 5 Aprile 2024» dunque, spiega la Galano, quando tutto ormai si era compiuto. Sarà dunque il comandante dei vigili di Lacco Ameno, Raffaele Monti,continua il legale « a nominare la Commissione. Punto, è appena il caso di confermare la massima attenzione da sempre prestata dalla sottoscritta al rispetto della normativa vigente, nonché del consueto spirito di collaborazione che notoriamente ne caratterizza il contegno nei rapporti con tutti i consiglieri. Con i responsabili dei settori. E con il Segretario generale».

Articoli Correlati

0 0 voti
Article Rating
Sottoscrivi
Notificami
guest

0 Commenti
Inline Feedbacks
Visualizza tutti i commenti
Pulsante per tornare all'inizio
0
Mi piacerebbe avere i vostri pensieri, per favore commentatex