CRONACA

LACCO AMENO Recupero crediti, “crociata” del Comune

Il comune di Lacco Ameno si attiva per il recupero crediti, piccoli o grandi che siano, in ordine alle pendenze di aziende e privati con le pubbliche casse. Per questo è stata disposta la proposizione da parte del comune di Lacco Ameno di azione per il recupero del credito di cui alla ordinanza della corte suprema di cassazione n. 29434/2022 depositata il 10.10.2022. A difendere gli interessi dell’ente sarà

l’Avv. Nicola Patalano. A quest’ultimo l’incarico di proporre controricorso ai sensi dell’art. 370 c.p.c. avverso il ricorso per Cassazione proposto dalla Ischiamareterme Alberghi S.n.c.; incardinato il giudizio, la corte Suprema di Cassazione Sez. V, con Ordinanza n. 29434/2022 che tra l’altro condannava la medesima società al pagamento delle spese di lite pari ad € 5.600,00, oltre € 200,00 per esborsi ed accessori di legge. Ad oggi, si legge agli atti pubblici, non risulta che la Ischiamareterme Alberghi S.n.c. abbia ottemperato spontaneamente al dispositivo della Ordinanza richiamata.Ancora il Patalano dovrà occuparsi del recupero credito di cui alla ordinanza della corte suprema di cassazione n. 33576/21.L’avvocato ischitano dovrà per questo proporre controricorso ai sensi dell’art. 370 c.p.c. avverso n. 2 ricorsi per Cassazione proposti dalla Apiaf S.a.s.; incardinato il giudizio, riuniti i ricorsi, la Corte Suprema di Cassazione Sez. III con Ordinanza n. 33576/21, pubblicata in data 11 novembre 2021, tra l’altro condannava la medesima società al pagamento delle spese di lite pari ad € 3.700,00, oltre € 200,00 per esborsi ed accessori di legge. Anche la Apiaf S.a.s. Ad oggi non ha ottemperato spontaneamente al dispositivo.

Articoli Correlati

0 0 voti
Article Rating
Sottoscrivi
Notificami
guest

0 Commenti
Inline Feedbacks
Visualizza tutti i commenti
Pulsante per tornare all'inizio
0
Mi piacerebbe avere i vostri pensieri, per favore commentatex