CRONACAPRIMO PIANO

L’isola piange Lello Pilato, un male se lo è portavo via

Addio al segretario del Circolo Pd di Ischia e stimato direttore d’albergo. Aveva 65 anni, i funerali domani nella Cattedrale di Ischia Ponte. Il commosso ricordo dell’eurodeputato Giosi Ferrandino, ma il cordoglio è unanime

Combatteva da tempo contro una brutta malattia, e la speranza era sempre stata quella che potesse vincere questa battaglia. Ma Lello Pilato, purtroppo, non ce l’ha fatta e la notizia diffusasi nel primo pomeriggio di ieri ha gettato nel più profondo sconforto la comunità ischitana. Segretario del circolo di Ischia del Pd, più volte consigliere comunale, direttore d’albergo e consulente esperto in materia turistica, appassionato di Pallacanestro, ma soprattutto uomo colto, acuto, intelligente e dotato di uno straordinario – e ormai ai nostri giorni introvabile – senso dell’ironia e dell’autoironia. I funerali si svolgeranno nel rispetto delle normative anti contagio domani, lunedì 15 novembre, alle ore 10 presso la Chiesa Cattedrale di Ischia Ponte.

L’eurodeputato (ed amico) Giosi Ferrandino ha voluto ricordare così Lello, con parole significative e toccanti: “Confesso una viva emozione mentre penso al tempo trascorso con Lello. Il mio ricordo è quello di un uomo buono, leale ed appassionato, che ha lasciato un segno tangibile nella nostra comunità con il suo impegno politico, sociale e professionale. Con lui ho vissuto momenti molto intensi, sia durante il nostro comune percorso politico e amministrativo che nella vita privata. Lello era prima di tutto un amico con il quale ho condiviso momenti di vita che custodisco con nostalgia e rimpianto, un po’ perché segno inesorabile del tempo che scorre, un po’ perché, purtroppo, non potremmo più condividerne di nuovi. C’era un senso di profonda consapevolezza nell’agire di Lello. Era talmente tanto pervaso dalla ferma convinzione che l’agire politico e sociale dovesse essere finalizzato al miglioramento della società nel suo complesso che ha applicato quella convinzione in ogni singola esperienza della sua vita, che fosse il basket, con il quale ha formato intere generazioni di ischitani, la professione o la politica. Di Lello ricordo il sorriso, smaliziato ma sincero, grazie al quale riusciva sempre a stemperare i toni, anche nei momenti più difficili. Era una persona solare, alla quale piaceva vivere e che non ha mai rinunciato ad esprimere la propria personalità, con tutte le sue sfaccettature. Il nostro non è sempre stato un rapporto semplice, se riferito alla politica. Abbiamo avuto alti e bassi, dettati dai momenti di vita amministrativa o partitica. Alla fine però ci ritrovavamo sempre perché, al di là dell’amicizia, che non è mai venuta meno, c’era una sincera, reciproca stima alla base del nostro rapporto. Oggi con Lello perdo un amico, un compagno di partito, il segretario del mio circolo, un punto di riferimento della nostra comunità. Mi mancheranno le discussioni infinite che riuscivano a spaziare dall’analisi della politica nazionale a quella amministrativa ischitana, passando per calcio, basket, turismo, famiglia e tantissimo altro ancora. Mi mancherà, soprattutto, incontrarlo fuori al comune, a piazza degli Eroi, al bar vittoria a via Roma o a Ischia Ponte, e poter prendere con lui un caffè prendendoci in giro con leggerezza, ironia e stima. Addio, amico mio”.

C’è poi il ricordo di Gino Di Meglio, che scrive: “Con Lello è andato via un amico sincero, affettuoso, solare, sempre allegro, pronto alla battuta, ironico, disponibile; insomma: l’amico che ognuno avrebbe voluto avere; una cara persona, un uomo appassionato, innamorato della nostra isola, che si è impegnato per i più deboli. Sarai sempre nei nostri cuori, vivo e sorridente, ti vogliamo bene. I tuoi amici della 3 A”. Il sindaco e l’amministrazione comunale di Casamicciola hanno espresso il loro cordoglio attraverso i rispettivi canali social, ed altrettanto ha fatto il sindaco di Lacco Ameno Giacomo Pascale. C’è poi l’omaggio di Gino Rivieccio: “Amico mio Lello. Non me lo dovevi fare. Sapevo della feroce bestia che ti stava debilitando, ma sentendoti sorridente, combattivo, energico, mi ero illuso che il male si fosse arrestato. Quante carinerie mi hai elargito! Da una stanza speciale in uno dei tanti hotel che hai diretto, a un interessamento personale per una serata ischitana. Da una telefonata di complimenti subito dopo una mia performance in tv a un whatsapp per rassicurarmi di avermi risolto un problema. Sempre pronto a farti in quattro credo che tu abbia dato all’isola, sul piano della professionalità e della capacità turistica e politica, prestigio e qualità. Mancherà però soprattutto l’uomo, l’ischitano generoso e col sorriso stampato sul volto che faceva dell’Amicizia il suo Vangelo. Ciao Lello. Ti ho voluto bene dai tempi del Jolly Hotel di Milano 2. Ti ho voluto bene assai, Lello. E tu lo sapevi”. Ma sono davvero tanti gli amici, i conoscenti che hanno letteralmente invaso i social per tributare l’ultimo saluto a Lello, in molti confessando di non essere riusciti a trattenere le lacrime. E noi li capiamo perfettamente.

Anna Maria ed Ambrogio Gino Mattera si uniscono al dolore di Elena e famiglia per la dipartita del caro amico Lello.

************

Ads

Gaetano Ferrandino è vicino alla famiglia Pilato colpita negli affetti più cari per la scomparsa del caro LELLO.

Ads

************

Il Presidente del Consiglio Comunale di Ischia Dott. Ottorino Mattera in uno a tutto l’assise consiliare, esprimono profondo cordoglio e si uniscono alla famiglia Pilato / Fortuna per la perdita del caro Lello Pilato, persona dalle spiccate sensibilità umane e politiche.  

Articoli Correlati

0 0 voti
Article Rating
Sottoscrivi
Notificami
guest

0 Commenti
Inline Feedbacks
Visualizza tutti i commenti
Back to top button
0
Mi piacerebbe avere i vostri pensieri, per favore commentatex