CRONACAPRIMO PIANO

Notte di lavoro per i Carabinieri, fioccano controlli e denunce

Intensa attività di controllo dell’Arma lungo tutto il fine settimana. Di varia natura le violazioni riscontrate: guida sotto influenza di alcol, detenzione di stupefacenti, venditori ambulanti abusivi e un discopub per mancata osservanza dell’ordinanza antirumore

È proseguita con la consueta intensità, l’attività di controllo da parte dell’Arma dei Carabinieri della Compagnia di Ischia nel weekend appena trascorso. Una vasta operazione di pattugliamento è stata posta in essere lungo le strade dell’isola, nella notte tra sabato e domenica, per prevenire la tendenza di molti giovani (e non solo) a mettersi al volante dopo l’assunzione di bevande alcoliche durante le lunghe notti estive. Operazione che ha portato i militari a denunciare ben sei persone. A tutti è stata contestata la guida sotto l’influenza dell’alcool. I sei hanno età comprese tra 19 e i 44 anni. Alcuni sono risultati essere residenti sull’isola, altri invece in terraferma, tra Napoli, Saviano e Marano. Sottoposti all’alcol test, i fermati avevano tassi alcolemici compresi tra lo 0,9 e l’1,63, quando il limite massimo consentito dal Codice della Strada è pari a 0,5. I militari hanno inoltre denunciato un’altra persona, un 48enne di Carrara, sorpreso all guida di un’automobile senza essere munito di patente.

Il presidio lungo le strade dell’isola resta dunque centrale nelle attività di controllo da parte delle forze dell’ordine, mentre la stagione estiva sta per raggiungere l’apice, con il relativo altissimo flusso di turisti e villeggianti che si riversa nelle località isolane. Tuttavia tali attività si estendono a vari livelli, primo fra tutti il contrasto alla diffusione di sostanze stupefacenti, fenomeno che non sembra avere flessioni come testimonia costantemente la cronaca recente, con un incremento del traffico illecito tra la terraferma e l’isola e del consumo, specialmente tra i giovanissimi che costituiscono il “mercato” di riferimento per numerosi spacciatori; in un’altra operazione i Carabinieri hanno infatti sorpreso una ventenne ischitana, “beccata” con quasi dieci grammi di marijuana, rinvenuti in parte addosso alla stessa ragazza e in parte nella sua abitazione, dove è stato ritrovato anche un bilancino elettronico: per la giovane è così scattata la denuncia di detenzione di sostanza stupefacente ai fini di spaccio.

Tale contestazione non è invece stata rivolta a quattro persone fermate dai Carabinieri a Ischia Porto, sulla Riva Destra: si tratta di soggetti dediti all’uso di hashish, sostanza posseduta a uso personale. I quattro tuttavia sono stati comunque segnalati dai militari alla Prefettura. Sono stati naturalmente sequestrati gli otto grammi di hashish rinvenuti durante la perquisizione. Sempre nella stessa zona, nei pressi del porto di Ischia, uno dei punti nevralgici della movida ischitana, è stato invece sanzionato un locale, un discopub al cui titolare è stata contestata l’inosservanza dell’ordinanza sindacale emanata in materia di emissioni sonore, in quanto alle 2:30 il locale diffondeva ancora musica, dunque ben al di là dell’orario-limite, che il provvedimento fissa alle ore 2:00.

Un altro “fronte” a cui si sono dedicati i Carabinieri agli ordini del Capitano Angelo Pio Mitrione durante il fine settimana è stato quello dei controlli lungo gli arenili dell’isola, teatro fra l’altro della famosa operazione “Spiagge sicure” lanciata dal Ministero dell’interno per contrastare l’abusivismo commerciale e le attività illecite durante il massimo afflusso stagionale. In particolare, alla spiaggia dei Maronti i militari hanno notificato tre ordini di allontanamento a venditori ambulanti privi di regolare licenza. A tutti è stata sequestrata la merce, e nei loro confronti sono state comminate sanzioni amministrative che ammontano a 1.500 euro complessivi.

Annuncio

Articoli Correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button
Close