Statistiche
ARCHIVIO 3ARCHIVIO 5

Il piccolo Ciro nominato pompiere onorario

Un giorno da Vigile del Fuoco. Il piccolo Ciro Marmolo, l’eroe del drammatico sisma dello scorso 21 agosto, quando  sotto le macerie della loro casa accudì il fratellino Mattias in attesa dei soccorsi, è stato invitato dall’Associazione nazionale dei Vigili del Fuoco a partecipare alla messa che celebra Santa Barbara, l’amata protettrice dei Pompieri. La funzione religiosa si terrà stamane alle ore 9.30 nella Chiesa di San Francesco di Paola a Piazza del Plebiscito, alla presenza delle varie autorità militari, civili e religiose. Dopo la messa, alle ore 12.00 presso il Comando dei pompieri di Napoli presieduto dal Comandante Emanuele Franculli, si terrà la cerimonia ufficiale di consegna delle onorificenze organizzata dall’Associazione dei Vigili del Fuoco, presieduta dal maresciallo Ciro Taranto. Proprio in questa cerimonia, il piccolo Ciro verrà nominato “pompiere per un giorno” con tanto di diploma e di divisa ufficiale col kit completo in dotazione ai componenti del Corpo. Il ragazzino e tutta la sua famiglia saranno poi ospiti al pranzo conviviale a cui parteciperanno tutti i convenuti. La città di Napoli è l’unica in Italia ad avere una sezione per i “mini-pompieri”, un gruppo di circa trenta bambini che seguono per quanto possibile le varie fasi dell’attività dei Vigili del Fuoco. Proprio insieme ai minipompieri, Ciro Marmolo è stato invitato anche alla festa dell’Immacolata, a piazza del Gesù, il prossimo 8 dicembre.

L’undicenne isolano è ormai considerato come facente parte a tutti gli effetti della grande famiglia dei Vigili del Fuoco, che lo trassero in salvo dopo sedici ore di una drammatica notte piena di ansia e di tensione. La vicenda di Ciro e dei fratelli fece il giro dell’Italia in pochi secondi, e i tre hanno ricevuto tante carezze da parte degli italiani che hanno tenuto trepidanti il fiato sospeso sperando di vederli in salvo.  Da quel giorno Ciro, Mattias e Pasqualino sono diventati i bambini simbolo della vita. L’iniziativa dei  pompieri è l’ultimo di una serie di riconoscimenti al coraggio di Ciro, che durante la convalescenza aveva ricevuto una medaglia dal ministro Pinotti e la visita del Cardinale Sepe. L’eroico bambino era stato poi insignito del premio giornalistico “Madonna del Vervece”. Un altro riconoscimento è stato, poco più di un mese fa, il premio Nassyria per la pace, organizzato a Vallo della Lucania col patrocinio del Ministero della Difesa: anche in quella occasione era presente, tra gli altri, il Comandante Emanuele Franculli. L’ultima iniziativa in ordine di tempo è stata la cerimonia “Aiutiamo l’Italia a crescere” con la quale il Comune di Fucecchio e l’Associazione nazionali dei Vigili del Fuoco hanno destinato alcune borse di studio ai giovani che hanno vissuto le calamità naturali di Ischia e Rigopiano.

Articoli Correlati

Rispondi

Back to top button