Statistiche
CRONACA

Pineta Mirtina, nuovo affondo dei Verdi: «Annegata nel degrado»

Sentieri inghiottiti dalle erbacce, panchine danneggiate, giostrine imbrattate: «Urge intervento radicale da parte dell’amministrazione»

Nuovo affondo dei Verdi Ischia sul fronte-pinete. Già nell’edizione di ieri avevamo riportato la denuncia della responsabile locale del movimento, Mariarosaria Urraro, che lamentava il pesantissimo stato di abbandono che coinvolge i bagni della pineta Mirtina, sporchi e mancanti dei più elementari presidi igienici a cominciare dal sapone e la carta igienica. Una pineta dove è ben visibile lo stato di profondo degrado tra viali e percorsi totalmente abbandonati al loro destino. «Piante e rami secchi a rischio incendio ovunque, distese di erbacce, dove le panchine vengono letteralmente inghiottite, cartelli danneggiati. La Mirtina – spiega la Urraro – sarebbe un parco aroma terapico ma in realtà è il parco del degrado, delle erbacce e delle piante infestanti come l’ailanto, dove cresce beato grazie alla mancanza di manutenzione da parte di giardinieri esperti. Non è più un luogo fiabesco ma bensì sporco e pericoloso, con giochini danneggiati, usurati, imbrattati e in alcuni casi sporchi dal pericoloso guano degli uccelli».

Accuse pesanti e che non si fermano qui: «La Mirtina si affianca alla pineta degli Artisti, a quella degli Atleti e il loro comune denominatore è il degrado. Luoghi che andrebbero difesi e valorizzati perché sono il nostro polmone verde e attrattiva turistica, dove creare eventi e invece vivono il loro profondo e incontrastato declino. Inutile raccontare fiabe perché la realtà è ben diversa, le favole lasciamole ai bambini». Infine, l’appello alle istituzioni: «Chiediamo ancora una volta all’amministrazione del comune d’Ischia di ripulire e mettere a norma i bagni pubblici della pineta Mirtina e Nenzi Bozzi, di procedere alla pulizia, all’eradicazione delle erbacce, alla potatura dei rami e all’eradicazione delle piante secche a rischio incendio. Chiediamo inoltre l‘eradicazione delle piante infestanti come l’ailanto che mettono a rischio la bio diversità. Chiediamo inoltre l’installazione di cestini per la raccolta delle deiezioni e che i cestini getta carte vengano svuotati quotidianamente».

Articoli Correlati

0 0 voti
Article Rating
Sottoscrivi
Notificami
guest
1 Comment
Più vecchio
Più recente Più Votato
Inline Feedbacks
Visualizza tutti i commenti
Rossy

Questa si che è bella, un luogo fiabesco? Specchio, specchio delle mie brame, chi è la più bella pineta del reame? È la Mirtina? Noooooooo. 🙂 🙂 🙂

Back to top button
1
0
Mi piacerebbe avere i vostri pensieri, per favore commentatex
()
x