CULTURA & SOCIETA'

Procida, a “Mediterraneo” il Premio MarEtica

Serata finale condotta da Alessandro Baricco e Valeria Parrella: il libro racconta, con parole e immagini, le storie di chi, come l’autrice e il fotoreporter, ha deciso di salire a bordo delle navi umanitarie per partecipare ai salvataggi di migranti

“Non c’è solo la potenza di un racconto audace, lucido, urgente, c’è proprio tutto quel che conta: la potenza della vita, della morte, della letteratura e del mare”. Con questa motivazione “Mediterraneo” di Caterina Bonvicini e Valerio Nicolosi (Einaudi) si è aggiudicato sabato sera il premio MarEtica, riconoscimento legato all’omonima rassegna, inserita nel programma di Procida Capitale Italiana della Cultura. Finalisti di questa edizione della rassegna, che celebra le opere che meglio “ripensano all’ uomo partendo dal mare”, anche Nicola Crocetti, per la traduzione in italiano di Odissea di Nikos Kazantzakis, Jovanotti per l’idea dei “Jova Beach Party.

Alessandro Baricco

“Mediterraneo” è un libro che racconta, con parole e immagini, le storie di chi, come l’autrice e il fotoreporter, ha deciso di salire a bordo delle navi umanitarie per partecipare ai salvataggi di migranti. A premiare l’opera la giuria, presieduta da Alessandro Baricco, insieme alle scrittrici Daria Bignardi, Valeria Parrella ed Elisabetta Montaldo, allo storico Claudio Fogu e al montatore Giogiò Franchini. Caterina Bonvicini ha ricevuto il Premio nella cornice di Piazzale Guarracino a Terra Murata durante una serata condotta da Alessandro Baricco e Valeria Parrella, con interventi dei giurati, del sindaco di Procida, Dino Ambrosino, e del direttore di Procida 2022 Agostino Riitano, che ha sottolineato come “ancora una volta il Mediterraneo si riveli, nel corso dell’anno di Procida Capitale, un’occasione per riflettere e aprire gli occhi e il cuore”.

A concludere la serata un concerto tutto d’Oltreoceano della pianista Gloria Campaner e l’Orchestra da Camera Canova con ventisei elementi diretta da Enrico Saverio Pagano, con un ricco programma musicale che andrà da George Gershwin fino a Philip Glass passando per Aaron Copland. La manifestazione si è conclusa domenica sul Lungomare Cristoforo Colombo, la Porto di Chiaiolella, con una serie di eventi sportivi amatoriali e agonistici tra cui di rilevante importanza è la seconda traversata “Sulle rotte degli antichi” di SUP (stand up paddle) con partenza dal porto romano di Miseno e arrivo al porto miceneo di Vivara.

Il concerto

Procida per l’occasione è stata inoltre tappa del circuito Wind foil tour Italia 2022. L’evento risponde con fedeltà al principio ispiratore della manifestazione, particolarmente vicino anche ai motivi d’ispirazione del dossier di Procida 2022: affermare l’armonizzazione tra mente e corpo come cardine di una visione mediterranea dell’uomo. MarEtica è un progetto culturale dell’omonima associazione che si sviluppa in collaborazione e dialogo costante con importanti istituzioni culturali nazionali come il Museo Archeologico Nazionale di Napoli (MANN), l’Università Orientale di Napoli, il Galata Museo del Mare di Genova e la Fondazione Paolo Clerici e che porta sull’isola quattro giornate stimoli poetici, teatrali, musicali.

Ads

Articoli Correlati

0 0 voti
Article Rating
Sottoscrivi
Notificami
guest

0 Commenti
Inline Feedbacks
Visualizza tutti i commenti
Back to top button
0
Mi piacerebbe avere i vostri pensieri, per favore commentatex