CRONACA

Scuola, nuove norme in arrivo: plaude anche l’isola

E’ entrato in vigore il nuovo decreto che cambia le regole per infanzia, primaria e secondaria relative a quarantena e dad. E arrivano le modifiche anche per il green pass che diventerà illimitato in alcuni casi

Al via il decreto del 2 febbraio 2022 con le nuove regole Covid per scuola, primaria, dell’infanzia e secondaria, quarantena, dad. Con novità che riguardano anche il green pass, che diventa illimitato per guariti dopo ciclo vaccinale completo e per i vaccinati con terza dose o booster Il Consiglio dei Ministri ha approvato un nuovo decreto legge che introduce nuove regole covid per la scuola e per il green pass. Nelle scuole per l’infanzia fino a 4 casi di positività le attività proseguono in presenza;  dal quinto caso di positività, le attività didattiche sono sospese per cinque giorni. Nelle scuole primarie, invece, fino a quattro casi di positività, si continuano a seguire le attività didattiche in presenza con l’utilizzo di mascherina FFP2 da parte di docenti e alunni con più di 6 anni di età e fino al decimo giorno successivo alla conoscenza dell’ultimo caso accertato positivo al COVID-19.

Inoltre, è obbligatorio effettuare un test antigenico rapido o autosomministrato o molecolare alla prima comparsa dei sintomi e, se ancora sintomatici, al quinto giorno successivo alla data dell’ultimo contatto;  dal quinto caso coloro che hanno concluso il ciclo vaccinale da meno di 120 giorni o che sono guariti da meno di 120 giorni o che hanno effettuato la dose di richiamo, l’attività didattica prosegue in presenza con l’utilizzo di mascherine FFP2 da parte di docenti e alunni con più di 6 anni di età per dieci giorni; per tutti gli altri le attività proseguono in didattica digitale integrata per 5 giorni. Diverse le norme per le scuole medie e superiori (scuole secondaria di primo e secondo grado). Con  un caso di positività tra gli alunni, l’attività prosegue per tutti in presenza con l’utilizzo della mascherina di tipo FFP2 da parte di alunni e docenti;  con due o più casi di positività tra gli alunni, coloro che hanno concluso il ciclo vaccinale da meno di 120 giorni o che sono guariti da meno di 120 giorni o che hanno effettuato la dose di richiamo, l’attività didattica prosegue in presenza con l’utilizzo di mascherine FFP2 per dieci giorni; per tutti gli altri le attività scolastiche proseguono in didattica digitale integrata per 5 giorni. Nuove regole anche per il green pass. Il certificato verde rilasciato dopo la terza dose hanno efficacia illimitata senza necessità di nuove vaccinazioni. Al regime di chi si è sottoposto alla terza dose è equiparato chi ha contratto il COVID ed è guarito dopo il completamento del ciclo vaccinale primario.  A coloro che provengono da  uno Stato estero e sono in possesso di un certificato di avvenuta guarigione o avvenuta vaccinazione con un vaccino autorizzato o riconosciuto come equivalente in Italia, nel caso in cui siano trascorsi più di sei mesi dal completamento del ciclo vaccinale o dalla guarigione, è consentito l’accesso ai servizi e alle attività per i quali è previsto il Green Pass Rafforzato previa effettuazione di un test antigenico rapido (validità 48 ore) o molecolare (validità 72 ore). Ciò vale anche per coloro che hanno effettuato vaccinazioni con vaccini non autorizzati o non riconosciuti come equivalenti in Italia, sempre previa effettuazione di un tampone. Inoltre sono state eliminate le restrizioni previste nelle zone rosse per coloro che sono in possesso del Green Pass Rafforzato.

La presidente della SMS Scotti di Ischia, Lucia Monti: «Le novità sono state accolte con favore da tutti. Ne abbiamo parlato in sede di collegio dei docenti e consiglio d’istituto e, tranne qualche sparuto caso, lono sembrate a tutti un passo in avanti reale verso il ritorno alla normalità»

Le nuove regole sono state accolte con favore dal mondo della scuola. «La nuova normativa rappresenta il primo passo verso il ritorno alla normalità». Così Lucia Monti, dirigente scolastica della Scuola Media Scotti di Ischia commenta quanto deliberato dal Consiglio dei Ministri. «Le nuove regole sono state accolte con favore da tutti. Ne abbiamo parlato in sede di collegio dei docenti e consiglio d’istituto e, tranne qualche sparuto caso, le novità sono sembrate a tutti un passo in avanti reale verso il ritorno alla normalità». Ed ancora: «Il nuovo decreto – continua – ‘premia’ anche le persone vaccinate. Ovviamente non svaniranno improvvisamente le preoccupazioni ed i timori, ma questa novità va anche nella direzione di sensibilizzare chi non ha ancora deciso di aderire alla campagna vaccinale». E chiosa: «Altri Paesi in Europa stanno mettendo da parte le restrizioni e speriamo che presto, alla luce della diminuzione dei contagi e del buon risultato della campagna vaccinale, anche da noi il Covid possa essere solo un ricordo passato».

Ads

Articoli Correlati

0 0 voti
Article Rating
Sottoscrivi
Notificami
guest

0 Commenti
Inline Feedbacks
Visualizza tutti i commenti
Back to top button
0
Mi piacerebbe avere i vostri pensieri, per favore commentatex