Statistiche
POLITICAPRIMO PIANO

Tra bilancio e rifiuti, torna il Consiglio a Lacco Ameno

Appuntamento lunedì 26 settembre alle 14.30: variazione al preventivo per accogliere il contributo da 24mila euro stanziato dal decreto “mangiaplastica” per l’acquisto di un eco-compattatore

Torna in scena il consiglio comunale a Lacco Ameno. Il presidente del civico consesso Dante De Luise ha infatti convocato una nuova seduta ordinaria per lunedì prossimo 26 settembre alle ore 14.30, e in eventuale seconda convocazione due giorni dopo alla stessa ora nella sala consiliare del Municipio di Piazza Santa Restituta. Sono nove i punti all’ordine del giorno, quasi tutti di natura contabile.

Innanzitutto si esaminerà la variazione al bilancio di previsione finanziario 2022/2024 con la ratifica della delibera di giunta n.130 dello scorso 12 settembre: si tratta di apportare in via d’urgenza le variazioni relative al decreto “mangiaplastica”, con il quale il Comune di Lacco Ameno è risultato beneficiario di un contributo pari a 24mila euro. Con tale decreto, il Ministero della Transizione ecologica ha promosso l’acquisto di eco-compattatori da parte delle amministrazioni comunali appunto attraverso il riconoscimento di uno specifico contributo. Anche il secondo punto verte su una ulteriore variazione di bilancio ai sensi dell’articolo 175 comma 2 del testo unico degli enti locali. Il successivo argomento è relativo all’armonizzazione dei sistemi e degli schemi contabili di cui al decreto legislativo 118/2011, con la presa d’atto della facoltà di non predisporre il bilancio consolidato 2021, prevista per i comuni al di sotto dei cinquemila abitanti. Dal quarto all’ottavo punto il consiglio sarà chiamato al riconoscimento di una serie di debiti fuori bilancio derivanti da sentenze esecutive, pronunciate dal Tar, dal tribunale di Ischia e dal giudice di pace. L’ultimo punto all’ordine del giorno riguarda l’approvazione dello schema di accordo per la stipula della convenzione di segreteria tra i Comuni di Lacco Ameno e di Marzano di Nola. Il pubblico sarà ammesso in conformità alle disposizioni di servizio sul numero massimo di compresenze all’interno della sala consiliare. Nella convocazione si informano i consiglieri comunali che gli atti relativi alla proposta all’ordine del giorno del consiglio saranno depositati presso la segreteria comunale, nei termini di legge.

Articoli Correlati

0 0 voti
Article Rating
Sottoscrivi
Notificami
guest

0 Commenti
Inline Feedbacks
Visualizza tutti i commenti
Back to top button
0
Mi piacerebbe avere i vostri pensieri, per favore commentatex