CULTURA & SOCIETA'

Tra piante, fiori e chef, torna Ipomea del Negombo

Da venerdì 24 a domenica 26 la mostra mercato di piante rare e inconsuete con tanti eventi collaterali come “Mangiare piantine”

Torna anche quest’anno Ipomea del Negombo la mostra mercato di piante rare e inconsuete. Tanti gli eventi e gli espositori che renderanno ancor più colorata la baia di San Montano da venerdì 24 maggio alle 14:30 a domenica 26 maggio. L’evento, con il patrocinio del Comune di Lacco Ameno, è dedicato al mondo del giardinaggio e delle cose belle che la natura può offrire e vedrà la partecipazione di oltre sessanta espositori di piante rare ed inconsuete tra vivaisti, artigiani e collaterali.

Si comincia alla vigilia dell’evento al ristorante Il Focolare con “Aspettando Ipomea: erbe, radici e fiori” con un menù creativo nel pieno rispetto dei prodotti della natura con gli chef Carmela Deiana, Libera Iovene e Agostino D’Ambra. La trattoria Il Focolare, presidio Slow Food per l’isola d’Ischia, in collaborazione con Ipomea del Negombo, organizza una cena per esplorare il bello (e il buono) dei prodotti dei nostri boschi. Un inusuale quanto originale percorso enogastronomico che viaggerà tra preparazioni di erbe, radici e fiori.  Speciale per l’anno 27 – Cucina a tema. “La Ricca Macchia Mediterranea dei Boschi dell’Isola d’Ischia un tema che ha permesso di organizzare una grande cena (sotto la vigile attenzione di Silvia d’Ambra, agronoma di Famiglia). Ospite d’onore il maestro ed amico  chef Carmelo Deiana che, con i suoi ex-allievi Libera Iovine e Agostino M. d’Ambra, si cimenteranno con un menù creativo, nel pieno rispetto della natura.

‘Mangia quello che vuoi salvare’ è questo il claime della cena che, avvertono non è né vegetariana né vegana. E sempre di cibo e di piante si tratta, per “Mangiare piantine”, che avverrà  sabato 25 maggio alle 15.30, ma questa volta location sarà l’arena del Negombo. L’evento vedrà una degustazione gourmet con gli chef Giovanni De Vivo, Nino Di Costanzo, Emmanuel Di Liddo, Pasquale Palamaro, Crescenzo Scotti e Nello Iervolino. Negli ultimi tempi l’utilizzo in cucina dei germogli, sta crescendo rapidamente; questo perché oltre ad essere utilizzati come decorazione data la loro cromaticitá, possono essere anche apprezzati come cibo. Esiste infatti un’ampia varietà di germogli commestibili. Incredibile, ma vero, dal punto di vista nutrizionale, questi germogli sono poverissimi di grassi e ricchi di sostanze nutritive come minerali, proteine e vitamine, hanno anche un elevato quantitativo di antiossidanti. “Ad esser precisi, – commentano gli chef – non ci siamo inventati proprio nulla, questa nuova tendenza gastronomica, non è innovativa!

Già in epoca romana ci sono testimonianze che attestano l’utilizzo di germogli in alcune pietanze. Ovviamente seguendo le regole del buon senso, quindi consultando l’elenco di germogli che sono effettivamente commestibili, e scegliendo solo quelli cresciuti naturalmente senza trattamenti”. Al cibo si aggiunge il beverage con la novità di quest’anno: il Cocktail party a cura di Miriano Mancusi e Giovanni Iacono di Porto 51 che presenteranno bevande a base di essenze arboree del Negombo. Non mancherà, anche quest’anno, chi illustrerà l’evento. Gli Urban Sketchers Simonetta Capecchi e Blasco Pisapia illustreranno dal vivo il parco e la mostra mercato. Eseguiranno, infatti, un reportage grafico in diretta, descrivendo le piante più curiose, disegnando davanti al pubblico per tutta la durata della manifestazione e durante gli eventi collaterali. Le loro tavole saranno esposte in tempo reale ed entreranno a far parte di una collezione di disegni dedicati al Negombo. Un evento di quelli da non perdere!

Tags

Articoli Correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button
Close

Adblock Detected

Please consider supporting us by disabling your ad blocker