CRONACA

TravelSecurityPass, il turismo riparte dalla sicurezza

Ieri ai Giardini Ravino la presentazione del servizio ideato dal gruppo Achille Lauro Netravel per la gestione delle informazioni tramite il programma operativo realizzato a tutela dei turisti

Un servizio ideato per favorire la ripresa del turismo dopo la tempesta della pandemia da Covid-19. Parliamo di “TravelSecurityPass”, il programma operativo ideato dal gruppo Achille Lauro Netravel e presentato ufficialmente ieri mattina in un incontro ai Giardini Ravino di Forio. Presenti numerosi esponenti delle amministrazioni isolane, il sindaco di Forio Francesco Del Deo, il primo cittadino di Casamicciola Giovan Battista Castagna accompagnato dall’assessore Nuccia Carotenuto, il vicesindaco di Ischia Luigi Di Vaia, l’assessore di Serrara Fontana Irene Iacono, l’assessore di Barano Daniela Di Costanzo, il presidente di Federalberghi Ischia Luca D’Ambra. Il sistema illustrato consente di accompagnare il turista nei primi viaggi del post-covid attraverso un programma operativo in cui sono definite regole, misure e azioni per tutelarlo in ogni fase della sua vacanza attraverso una metodologia di gestione dell’imprevisto che possa proteggerlo, assisterlo nella varie evenienze e rendere più solido il rapporto di fiducia anche nell’atto stesso della scelta di compiere un viaggio verso una destinazione suggerita rispetto ad un’altra.

“TravelSecurityPass” è stato realizzato in partnership con il Rina, che ha sviluppato la Biosafety Trust Certification, il primo schema certificativo dei sistemi di gestione per prevenire e mitigare il propagarsi delle infezioni, a tutela della salute delle persone da agenti biologici. Questa stagione secondo alcune statistiche potrebbe registrare la perdita di 18 miliardi di spesa turistica (9,2 miliardi per la contrazione dell’incoming e 8,8 miliardi per la rinuncia alla vacanze degli italiani in Italia), con un italiano su tre che avrebbe deciso di rinunciare a trascorrere fuori casa le vacanze estive. Un panorama preoccupante, e in tale contesto “TravelSecurityPass” sarà uno strumento che, in piena trasparenza, fornirà informazioni territoriali sulle mete turistiche (accessibilità al territorio di destinazione, eventuali restrizioni, modalità di visita, attrattori paesaggistici e culturali) e sulle strutture ricettive prescelte (protocollo di sanificazione applicato dalla struttura ospite, regole di comportamento specifiche, protocollo in caso ad una persona sia stato diagnosticato il contagio da Covid-19), su trasporti e transfer connessi al viaggi e su eventuali emergenze (indirizzi e riferimenti telefonici delle strutture sanitarie presenti sul territorio che abbiano competenze in ambito Covid-19, numeri di emergenza generali). In una fase contraddistinta da una significativa incertezza, inoltre, si garantiscono al cliente condizioni contrattuali di viaggio con clausole di salvaguardia e tutela, con la possibilità – grazie alla presenza di una specifica polizza assicurativa – di annullamento entro 14 giorni dalla partenza e di interruzione del viaggio a causa di impreviste sopravvenienze dovute alla diffusione del Covid-19. “Oggi più che mai – sottolinea Achille Lauro – il turista va accompagnato, rassicurato e guidato nei suoi processi decisionali, a cominciare dalla garanzia imprescindibile dell’idoneità della struttura ospite nell’applicare le regole che lo tutelano dal punto di vista assistenziale, sanitario ed economico. Per questo, TravelSecurityPass è uno strumento fondamentale, in grado di favorire una ripartenza efficace del turismo nell’estate 2020”. È stata auspicata la collaborazione con i comuni, attraverso la condivisione e lo scambio continuo di informazioni sulle misure di salvaguardia e prevenzione che saranno adottate, e che saranno girate alle agenzie di viaggio e tour operators italiani.

Tags

Articoli Correlati

Rispondi

Back to top button
Close