CRONACAPRIMO PIANO

Aggredisce i carabinieri sulla Riva Destra, arrestato

Finisce in manette un 19enne foriano che aveva rifiutato di fornire le proprie generalità ai militari dell’Arma che lo avevano fermato per un controllo sulla Riva Destra. Il 20 settembre il processo

Il mese di agosto è ormai passato ma non si allenta la stretta sul territorio delle forze dell’ordine e non soltanto nel fine settimana. Ed evidentemente l’aria settembrina non è servita a placare i “bollenti spiriti” degli amanti della vita notturna. E, andati via i delinquenti di importazione, a riempire le pagine di cronaca ci pensano i giovani di casa nostra. Nella notte tra lunedì ed ieri i carabinieri del Nucleo Radiomobile – guidati dal capitano Tiziano Laganà e coordinati dal luogotenente Sergio De Luca – hanno tratto in arresto con le accuse di resistenza e lesioni a pubblico ufficiale il 19enne foriano S.M., personaggio peraltro già noto alle forze dell’ordine. Nulla lasciava presagire quello che sarebbe accaduto da un momento all’altro. I militari dell’Arma infatti hanno fermato il giovane all’esterno di uno dei locali della Riva Destra del porto di Ischia per un normale controllo ma lo stesso ha rifiutato di fornire le proprie generalità. Il suo atteggiamento – generato verosimilmente da un uso smodato di sostanze alcoliche – è poi sempre più trasceso fino a quando ha deciso di spintonare e aggredire i carabinieri con il chiaro intento di sottrarsi al controllo. Un’azione violenta la sua durata decisamente poco dal momento che i tutori dell’ordine lo hanno fermato e immediatamente ammanettato.

Una volta in caserma, S.M. è stato sottoposto agli adempimenti di rito. Il sostituto procuratore di turno, informato come da prassi dell’accaduto, ha disposto la celebrazione del processo per direttissima che è stato celebrato ieri mattina alla presenza del difensore di fiducia dell’imputato, l’avvocato Antonio Iacono, dopo che il 19enne foriano aveva trascorso la notte nelle camere di sicurezza della Compagnia dei carabinieri di via Casciaro. Ieri mattina il legale, dinanzi al giudice del Tribunale di Napoli (che ha convalidato l’arresto), ha chiesto il patteggiamento, una linea questa che però non è stata accolta. Il processo è stato così rinviato al prossimo 20 settembre con S.M. che è stato rimesso in libertà ed ha potuto così fare ritorno sull’isola.

Articoli Correlati

0 0 voti
Article Rating
Sottoscrivi
Notificami
guest

0 Commenti
Inline Feedbacks
Visualizza tutti i commenti
Controllare Anche
Close
Back to top button
0
Mi piacerebbe avere i vostri pensieri, per favore commentatex