Statistiche
CULTURA & SOCIETA'

Al Torrione si presenta l’ultimo lavoro di Angela Procaccini

Appuntamento sabato 16 luglio alle ore 20 con il libro edito da Graus Edizione e griffato dalla preside che affronta un tema delicato come quello dell’adolescenza

Ad introdurre il tema dell’adolescenza un esplicativo pensiero di Alda Merini: Ci sono adolescenze che si innescano a novanta anni. L’argomento, infatti, è molto più complesso di quanto possa sembrare ed è stato affrontato da validissimi psicologi, scrittori, registi ed esperti per descrivere il lasso temporale che si colloca tra la pubertà e l’età adulta. Durante questo periodo avvengono importanti cambiamenti a livello fisico e psicologico. essendo una fase di transizione molto delicata che segna il passaggio dalla fanciullezza all’età adulta, e che porta con sé un elevato potenziale trasformativo. Non poteva mancare, nella vasta produzione della Preside Angela Procaccini, un argomento così pregno di sensazioni ed emozioni. Angela si è distinta, infatti, per un appellativo e non solo per la scorrevole lettura di quest’ultima sua creazione, e se ne comprendono i motivi. Basta semplicemente chiedere chi è Angela, che un coro univoco risponde: La Partigiana dei ragazzi!

?

Attraverso le parole di Angela voci e volti di questo volume diventano familiari e ti sembra di conoscerli da sempre. Come Gianni che affronta giornate lente e silenziose di calore. O di Mimmo dalla mente affollata dall’armonia e dalle parole di Marinella volata su una stella, Oppure l’inaspettata vicenda di Massimo o quella di Fatima che incarna la nostalgia per le proprie origini e l’importanza della cultura che rende liberi. Sono solo alcuni dei variegati personaggi adolescenti, che Angela ci descrive centrando fin da subito le peculiarità, le aspirazioni e i sogni, spesso tenuti segreti anche e soprattutto ai genitori.

Ma perché il silenzio? Perché trincerarsi dietro barriere di incomprensioni? Certo gestire da genitore il complicato rapporto con i figli adolescenti, non è facile, ma in questo libro, che è ritenuto indispensabile leggere e custodire gelosamente, Angela prova a illustrarci il suo punto di vista, da Madre sofferta e coraggiosa che ha tratto dalla sua vicenda personale la resilienza e la forza di battersi per i ragazzi portandola a dirigere non solo la prestigiosa fondazione Istituto Bianchi, parte integrante della Fondazione Grimaldi, ma anche tante altre attività che la rendono così solare e soave.

Ho avuto il piacere di conoscere Angela nel 2007, quando, cercando un personaggio di spicco cui affidare la direzione dell’ VIII Premio di Poesia “Ischia l’isola verde”, fui indirizzato a lei, allora Preside dell’Istituto Termico Nautico di Casamicciola. Angela mi accolse con sincero entusiasmo e si dimostrò da subito affabile e geniale tanto che ancora oggi ci conforta per l’assegnazione dei numerosi premi della ventesima edizione.

La vera natura di Angela Procaccini è quella di docente: laureatasi in Lettere classiche, ha ampliato le sue esperienze lavorative, collaborando con la Commissione per le Adozioni Internazionali e il Comune di Napoli. Dirigente di Istituti nautici, dal Mare ha tratto l’essenza per percorrere ancora le rotte della vita. Infatti il Mare, i Giovani, la Cultura sono stati da sempre il nutrimento della sua anima, la guida per andare avanti, il conforto per la perdita di Simonetta, l’amata figlia uccisa per mano della camorra. Nominata Ufficiale della Repubblica, preferisce comunque sentirsi la “Partigiana dei ragazzi”, conie è stata definita per la sua propensione a ragionare con i giovani, e a creare in loro il “nucleo caldo” di valori e sentimenti. Scrittrice sensibile e raffinata, oggi dirige l’Istituto Bianchi, con lo sguardo sempre fisso all’orizzonte lontano. Ha pubblicato per Guida Editori e per Graus Edizioni numerosi libri di poesia e narrativa.

Ads

L’associazione culturale Radici, orgogliosa di poter contribuire alla diffusione di questo volume, invita i graditi vacanzieri dell’isola d’Ischia e tutti i residenti a partecipare alla presentazione di sabato 16 luglio 2022 alle ore 20.00, presso il Museo Civico “Giovanni Maltese” ove, in conversazione con le giornaliste e scrittici Elvira Frojo e Anna Copertino, Angela ci svelerà le sue impressioni.

Ads

Articoli Correlati

0 0 voti
Article Rating
Sottoscrivi
Notificami
guest

0 Commenti
Inline Feedbacks
Visualizza tutti i commenti
Back to top button
0
Mi piacerebbe avere i vostri pensieri, per favore commentatex