Statistiche
CRONACA

Allarme rosso ai Maronti, cede un tratto di marciapiede

Pronto l’intervento dell’Evi: la rottura di una condotta ha provocato un’infiltrazione e il successivo cedimento del fondo stradale e di un muretto

Ieri si è verificato un cedimento della condotta pluviale sulla strada che porta all’arenile dei Maronti. La rottura, in due punti diversi, ha provocato una forte infiltrazione d’acqua creando i presupposti di un cedimento dell’asfalto, e del vicino marciapiede, dove anche il muretto laterale è stato oggetto di parziale distacco. Dopo le segnalazioni, sul posto si sono recati immediatamente il sindaco Dionigi Gaudioso con alcuni componenti dell’Ufficio tecnico, dell’Evi e della Città Metropolitana. Gli operai hanno provveduto alla riparazione della condotta e successivamente hanno iniziato i lavori di rattoppo dei punti critici. Si tratta di interventi a carattere provvisorio in quanto la strada, che è di competenza della Città Metropolitana, a breve conoscerà un intervento più radicale: proprio tramite l’ente metropolitano è infatti già partito l’iter di un importante progetto, di importo superiore ai tre milioni di euro.

I lavori dovrebbero svolgersi tra ottobre e novembre, e coinvolgeranno anche il tratto ieri oggetto del cedimento. Proprio ieri, intanto, il Comandante della Polizia municipale Ottavio Di Meglio ha prorogato la propria disposizione del 17 febbraio scorso, disponendo l’estensione fino alla giornata di oggi del divieto di sosta in Piazza Maronti. Il provvedimento fa seguito alle richieste della ditta Renaissance srl, a cui sono stati affidati i lavori di messa in sicurezza dei costoni latistanti l’alveo in località Olmitello. La scorsa settimana il comandante aveva infatti autorizzato dal 18 al 22 febbraio la ditta a occupare provvisoriamente la porzione del Piazzale dei Maronti, e per il 23 febbraio dalle 7.30 alle 17, il sorvolo dell’area del Piazzale con l’elicottero, oltre alle operazioni di atterraggio e decollo. Tuttavia, la ditta ha poi comunicato che a causa delle condizioni meteo proibitive l’intervento è stato rinviato a oggi 24 febbraio. Dunque, fino alle ore 17.00 di oggi pomeriggio la ditta potrà occupare la porzione del piazzale. Di conseguenza i bus dell’Eav non potranno arrivare nell’area, e dovranno terminare la loro corsa all’incrocio “Upim”, per poi effettuare inversione di marcia. Naturalmente l’area dovrà essere sgombra da ogni veicolo, e durante le operazioni di volo sarà precluso il passaggio pedonale. Toccherà alla ditta assicurare le condizioni di sicurezza delimitando adeguatamente l’area di deposito e disponendo adeguata segnaletica.

Foto Franco Trani

Articoli Correlati

0 0 voti
Article Rating
Sottoscrivi
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
Visualizza tutti i commenti
Controllare Anche
Close
Back to top button
0
Mi piacerebbe avere i vostri pensieri, per favore commentatex