Statistiche
ARCHIVIO 3ARCHIVIO 5

Alluvione a Casamicciola, sorride la difesa

Si è svolta come da programma la deposizione dell’ingegner Roberto Lupoli nell’ambito del processo per le presunte responsabilità connesse alla disastrosa alluvione che nel novembre 2009 colpì il comune di Casamicciola Terme. Il teste, che all’epoca dei fatti ricopriva il ruolo di funzionario presso la Protezione civile regionale, è stato chiamato a illustrare le valutazioni che rese nell’imminenza dell’evento quando sbarcò sull’isola per coordinare i primi interventi d’urgenza nel paese duramente colpito. Nonostante l’assenso dell’avvocato di parte civile, la difesa degli imputati non ha prestato il consenso all’acquisizione delle sommarie informazioni testimoniali che l’ingegnere geotermico fornì alle forze dell’ordine, e la deposizione è dunque continuata. Lupoli ha rievocato quei giorni convulsi in cui la prima mossa consistette nel rimuovere la grande massa di fango disciolto che  aveva avviluppato le strade e gli edifici della cittadina termale. La Protezione civile affidò questi primi interventi a una ditta che raccolse il materiale fangoso, spostandolo temporaneamente presso il vecchio complesso termale del Pio monte. Le domande del pubblico ministero sono state poi dirette a ottenere le valutazioni del funzionario circa le possibili cause della disastrosa alluvione, e in sostanza a capire se vi fossero responsabilità istituzionali, sempre con un occhio alle informazioni testimoniali che l’ingegner Lupoli rese nel novembre 2009 agli inquirenti.

CONTINUA A LEGGERE SUL GIORNALE IN EDICOLA

Articoli Correlati

0 0 voti
Article Rating
Sottoscrivi
Notificami
guest

0 Commenti
Inline Feedbacks
Visualizza tutti i commenti
Back to top button
0
Mi piacerebbe avere i vostri pensieri, per favore commentatex