ARCHIVIOARCHIVIO 4

Benedetto Migliaccio: “Il paesaggio è storia, il vino è memoria”

Lacco Ameno – Un lungo viaggio nella memoria. Un itinerario che non ha nulla di scientifico ma parte dalle sensazioni, dall’osservazione della Natura, dalle radici del Miti. A Villa Arbusto, per VinArch 2016, l’avv. Benedetto Migliaccio si è avventurato in un cammino assai articolato sulla memoria dei luoghi e sulle fonti di questa memoria. A partire dall’acqua e da molto lontano. Da un paese, il Cile, già omaggiato l’anno scorso col Premio Neruda (intitolato al grandissimo poeta sudamericano che soggiornò a Ischia negli anni ’50) ma ricordato l’altra sera attraverso un documentario di straordinaria bellezza e potenza: “La memoria dell’acqua”, di Patrizio Guzman, uno dei maggiori documentaristi cileni. Una storia dall’andamento dolce, come un ruscello d’acqua, che racconta la ferita del golpe militare che sterminò un’intera generazione, diventando esperienza collettiva insieme epica e spaventosa.
Per Migliaccio, proprietario della Tenuta dei Mille Anni, in località “Iesca” a Serrara-Fontana «E’ bellissimo pensare che stelle, ghiacciai possano raccontare storie che riusciamo solo a immaginare. Un calice di vino, che nasce da un territorio, racconta delle storie. Berne uno generico non è la stessa cosa che bere un prodotto che nasce, si forma e ha radici profondissime in un territorio. Un buon vino deve raccontare una storia, un libro aperto che racconta le esperienze e il lavoro dell’uomo. Ecco perché abbiamo deciso con Andrea D’Ambra di presentare “Vigna dei Mille Anni” in una biblioteca anziché in un’enoteca o altro spazio più tradizionale. Siamo a una serata dedicata all’architettura del paesaggio – osserva Migliaccio – Ecco, il paesaggio non è espressione della geografia ma della storia, del tempo. Il paesaggio non è identico, è sempre contemporaneo. Non ha storia, è storia». (Gia.Ca)

Articoli Correlati

0 0 voti
Article Rating
Sottoscrivi
Notificami
guest

0 Commenti
Inline Feedbacks
Visualizza tutti i commenti
Pulsante per tornare all'inizio
0
Mi piacerebbe avere i vostri pensieri, per favore commentatex