CRONACAPRIMO PIANO

Capri si inventa il nulla, Ischia non le vada dietro

Per gli assembramenti nella celebre Piazzetta dell’isola azzurra, il sindaco Lembo vuol varare un’ordinanza che obbliga di infossare la mascherina nei weekend: e Del Deo vuole andargli dietro. Peccato ci abbia già pensato De Luca…

C’è poco da fare, bisogna dare a Cesare quel che è di Cesare. Dei capresi tutto si potrà dire, tranne che non siano estremamente bravi e preparati nel far parlare della propria isola. Alle volte con iniziative davvero originali, a volte appena interessanti, alle volte scontate e banali, alle volte anche con cose che non stanno né in cielo né in terra. A far rumore ci ha pensato il sindaco caprese Marino Lembo il quale in una intervista rilasciata al quotidiano “Il Mattino” è stato perentorio, dichiarando testualmente: «Sto già predisponendo un’ordinanza con la quale renderò obbligatorio l’uso delle mascherine in determinati luoghi e in particolari orari».

Per poi aggiungere a rimorchio: «Lo ripeto, con precise modalità: nella zona della piazzetta dalle 19 alle 21, l’ ora dell’ aperitivo quando si crea maggiore ressa. Nell’area dei locali da ballo e dei bar invece l’ obbligo scatterà alle 23 e andrà avanti fino a notte fonda, fino alle 3». Fin qui nulla di nuovo dal fronte, la solita trovata per farsi un po’ di pubblicità al punto tale che a un certo punto Lembo spiega anche al cronista che si sta verificando la possibilità di realizzare mascherine e con il brand Capri da offrire ai turisti. Per poi chiosare e concludere: «Averla e indossarla potrebbe essere l’occasione per mostrarsi alla moda».

Ora, si potrebbe aprire un interminabile dibattito sul perché certe idee non vengano mai a noi altri ma sempre al prossimo, ma non è su questo che vogliamo focalizzare la nostra attenzione. Il problema maggiore è costituito dal fatto che – forse perché da presidente nazionale dell’ANCIM guarda con una particolare attenzione a quello che accade sulle isole italiane – a farsi intrigare da questa ordinanza è il sindaco di Forio Francesco Del Deo, che starebbe pensando di adottarne una analoga. Ovviamente la speranza è che Del Deo abbia voluto cogliere la palla in balzo e mettersi in scia al collega per ricavarsi il classico quarto d’ora di gloria, altrimenti davvero non si capisce una cosa del genere. Giova a tutti ricordare che già nello scorso mese di giugno, quando con apposita ordinanza il presidente regionale De Luca dispose che le mascherine in pubblico sarebbero divenute facoltative e non più obbligatorie, la normativa era rimasta chiara ed inequivocabile: l’obbligo di indossarla rimaneva inalterato nei luoghi chiusi o dove ci sono più persone, ecco perché era sempre opportuno averne una in tasca. Dunque, per farla breve e citare due esempi, nella Piazzetta di Capri così come sulla Riva Destra di Ischia – dove si creano palesi ed evidenti assembramenti, l’obbligo di mascherina è già disposto dalle normative. Insomma, Lembo potrebbe tranquillamente evitarsi la fatica. Ma a Capri, alle volte, piace stupire con effetti speciali. Ma per fare, se possibile, evitiamo di andargli dietro.

Articoli Correlati

Rispondi

Back to top button