CULTURA & SOCIETA'

Carnevale a Monterone, un amore lungo 104 anni

Una festa come sempre tanto attesa, una giornata all’insegna di tradizioni e colori per un evento che resiste al tempo conservando intatto il suo fascino

Una festa tanto attesa, come solo il Carnevale a Monterone può essere. Una giornata all’insegna della tradizione e dei colori, con tanti coriandoli e mascherine, musiche e cabaret: ecco gli elementi imprescindibili del Carnevale di Monterone giunto questo anno alla 104ma edizione.

Una edizione particolare che ha celebrato anche l’iscrizione della manifestazione nell’IPIC della Regione Campania.

“Siamo orgogliosi di questo riconoscimento che premia una tradizione plurisecolare che colora il nostro territorio e che rappresenta un evento clou per tutti noi” dichiara Antonio Mendella, presidente dell’ass. Folkloristica Monterone, organizzatrice storica dell’evento.

Il grande evento del martedì grasso, coordinato dal Maestro Gaetano Maschio, ha visti protagonisti soprattutto i bambini, con le mascherine che hanno sfilato sul colorato palco installato al centro di Monterone, in un allegro spettacolo presentato da Anna Castagna e Nello Di Leva.

Magia e giocoleria anche sul corso F. Regine con gli artisti di strada che hanno catturato l’attenzione di grandi e piccini che hanno affollato l’area resa pedonale nel cuore del comune di Forio.

Ads

“Il Carnevale a Forio é una cosa seria – continua Mendella – una tradizione che si tramanda di padre in figlio, un passaggio di testimone particolare come be testimoniato dai protagonisti della banda di Carnevale, con i particolari e tradizionali “strumenti” che la rendono unica al mondo. Zappisti, serraserristi, triccaballacchisti, pignattisti, scetavajassisti, in “divisa d’ordinanza”, che hanno seguito le direttive del Maestro Vincenzo Magnanimo.

Ads

Ringrazio tutti quanti hanno preso parte a questa edizione, tutti amici che di anno in anno si impegnano a portare avanti questa tradizione.”

La Banda di Carnevale ha percorso tutto il colorato tragitto da Monterone al corso F. Regine, accompagnata da ali festanti di mascherine e seguita dalla carrozza del Principe Carnevale, simbolo atteso della giornata.

Ad attendere la Banda di Carnavale a Monterone vi erano i comici dello spettacolo “E che teatro!”, Cabaret da tutto esaurito negli ultimi mesi.

Sul palco la travolgente simpatia di Lino D’Angiò e Alan De Luca, con anche Claudia Federica Petrella, il professore Amedeo Colella con le sue fini curiosità linguistiche, Giorgio Gallo Coccobello, Ciro Salatino, Piermacchiè, Elena Vittoria, Morena Chiara con le musiche degli AfroBlue e la voce di Helen Tesfazghi.

Tutto é stato impreziosito dalle sorprese gustose della “Setta Zufuniello” con Giuseppe Cutellese nel ricordo degli insostituibili Satore ‘e Pumpett’ e Leonardo Polito.

“Ringrazio il Comune di Forio e la Città Metropolitana di Napoli che ha inserito l’evento nel “Cartellone degli eventi metropolitani” – progetto “Forio mille tradizioni nell’anima di un popolo”. Alla prossima edizione!” conclude Mendella.

FOTO FRANCO TRANI

Articoli Correlati

0 0 voti
Article Rating
Sottoscrivi
Notificami
guest

0 Commenti
Inline Feedbacks
Visualizza tutti i commenti
Pulsante per tornare all'inizio
0
Mi piacerebbe avere i vostri pensieri, per favore commentatex