CULTURA & SOCIETA'

Carnevale di Monterone, quattro i carri allegorici in gara

La sfilata raggiungerà il centro di Forio dove sfileranno dinanzi la giuria, divertimento fino a sera con il cabaret di Simone Schettino

L’Associazione Folkloristica Monterone, presieduta da Antonio Mendella organizza, con il Patrocinio del Comune di Forio, la 102esima edizione del Carnevale di Monterone. L’evento si terrà il prossimo 25 febbraio e vedrà, nel pomeriggio, la tradizionale sfilata di carri allegorici. Quattro quelli in gara quest’anno: l’Ass.Artesiacon il carro “Lo Sbarco Dei Pirati A Forio”, L’ass. i Cavalieri dell’ isolaVerdeCon Il Carro ” Viva L’italia“ la Proloco Scentone con il carro “Onda Anomala” e l’ A.S.D. Real Forio Calcio con il carro “Vendemmia A Forio Anni 80”.

L’ordine di sfilata sarà stabilito da un sorteggio, che avverrà nei prossimi giorni alla presenza degli interessati.La sfilata, come di consueto, avrà luogo sul Corso F. Regine di Forio nel pomeriggio del 25 febbraio partendo, alle ore 15.30, dal Tunnel Soccorso. Alle ore 16.00 la sfilata raggiungerà Corso F. Regine – Forio. Giunti nei pressi della Fontana, i carri, secondo l’ordine scaturito dal sorteggio, sfileranno davanti alla Giuria. Ogni “carro” potrà essere presentato per massimo 10 minuti durante i quali avverrà la votazione a cura di Esperti. I carri dopo aver sfilato sul Corso e dopo essere stati votati sosteranno tra la fine di Via M. Verde ed inizio di Via G. Castellaccio a Forio in attesa del Principe Carnevale proveniente da Monterone. Il voto della Giuria, espresso sul Corso di Forio, sarà chiuso in apposita busta firmata dal Notaio di Gara, dal Presidente di Giuria e da 1 rappresentante per ogni realtà costruttrice “dei carri”.

Al termine dello spettacolo in Piazza Maria SS.ma Immacolata verrà aperta la busta, comunicati i risultati della votazione e proclamati i vincitori. Ma la 102 esima edizione dello storico Carnevale di Monterone non vedrà soltanto la sfilata dei carri: divertimento assicurato con il cabaret di Simone Schettino, direttamente da Made in sud, la musica dei Personal e la partecipazione straordinaria di Enzo Anastasio sax e Federico Luongoguitar. A presentare la serata Anna Castagna insieme con Nello di Leva, non mancherà la gara di spaghetti a premi e tutto ciò che rende, da sempre, unico questo Carnevale.Ci sono delle tradizioni che non tramontano mai e quella del Carnevale di Monterone è una di queste e vanta una storia che richiama la fine della prima guerra mondiale. Sin da sempre si trattava di un evento liberatorio atteso con ansia dai foriani, in particolare dai residenti del quartiere di Monterone che si divertivano a organizzare una giornata di giochi e una processione un po’ particolare.

Al calar del sole veniva infatti portato a spalla, o a bordo di furgone, un pupazzo fatto di pezze raffigurante Carnevale. Una vistosa orchestra, diretta da un maestro dall’enorme cappello, accompagnava con una colonna sonora frastornante, fatta da strumenti improvvisati come pentole, mortai e pompe da zolfo, o anche dai meno rudimentali putipù, triccheballacchi e scetavagliase, il corteo fino alla piazza San Gaetano. Più di 500, 600 persone si radunavano per assistere a quello che era uno degli eventi più attesi organizzato con semplicità e tanta voglia di divertirsi. Il pupazzo Carnevale veniva poi bruciato ed era un po’ come riprendersi la rivincita contro il Re; le fonti storiche, raccontano che questo pupazzo, anticamente, veniva chiamato “Francischiello”, in riferimento all’imperatore austriaco sconfitto dall’Italia nella prima guerra mondiale. Non era un caso che Carnevale fosse trasportato su di una scala pare infatti che richiamasse al maiale appena sgozzato, simbolo di fertilità e fecondità della natura, un augurio che i monteronesi ogni anno si facevano. Ogni anno il tradizionale Carnevale si è arricchito di premi e gare come il tiro della fune o il “zucazuca”. Un’ altra gara era quella degli spaghetti; si preparava un piatto di pasta bollente e, con le mani dietro la schiena, bisognava finirlo; c’era sempre qualcuno che rischiava di soffocare. Tra tradizione e innovazione il Carnevale avrà luogo anche quest’anno e ci sarà da divertirsi!

Articoli Correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button
Close