ARCHIVIO 3ARCHIVIO 5

Casamennella, via alla rimozione dell’amianto

CASAMICCIOLA TERME. Tra pochi giorni cominceranno le operazioni di rimozione delle macerie e dell’amianto a Via Casamennella. Ieri mattina è giunto il sospirato parere favorevole dell’Asl. Alcuni ritardi sono imputabili alla lentezza nella procedura d’appalto a favore dell’Amca, terminata il 26 giugno. Da quel momento in poi gli adempimenti hanno subìto un’accelerazione: è stata infatti prodotta la documentazione relativa alla sicurezza (il piano operativo sicurezza dell’azienda che opererà), allegata a sua volta al Piano sicurezza e coordinamento (Psc). Insieme al verbale d’incontro, la documentazione è stata inviata all’Asl sabato pomeriggio, e ieri mattina è arrivata l’autorizzazione. La dottoressa Ferrandino ha voluto verificare in dettaglio l’eventualità di interferenze nei lavori da svolgere, e dunque scongiurare sovrapposizioni che avrebbero potuto creare potenziali rischi per i lavoratori impegnati. Positiva dunque l’azione di controllo dell’Asl che ha analizzato ogni aspetto delle attività da svolgere: il risultato è stato una scansione, fase per fase, di tutto il programma delle operazioni, ponendo al primo posto le esigenze della sicurezza. Fino al 26 giugno, dunque, l’aggiudicazione all’altra ditta che opererà in sinergia con l’Amca, era rimasta sostanzialmente non operativa.

I lavori dovrebbero cominciare tra giovedì e venerdì mattina. L’ingegner Enrico Iovene, ricordiamo, ricoprirà il ruolo di progettista, responsabile dei lavori e della sicurezza. Più in dettaglio, giovedì l’Amca procederà a cantierizzare l’area, portando le varie attrezzature, e venerdì sarà dato il via alle operazioni. La società partecipata rimuoverà le macerie lungo la strada, fino ad arrivare alla zona del crollo, dove sorge l’edificio con la tettoia in amianto. L’Amca metterà in sicurezza l’area, coprendo con un’impalcatura la struttura in amianto, effettuando la “spicconatura” del fabbricato giallo, rimuovendo tutto l’intonaco pericolante. Poi si procederà allo smontaggio dell’impalcatura, e a quel punto la palla passerà all’altra ditta, la “4C Ecosoluzioni”, che dovrebbe subentrare verso la metà della prossima settimane e che effettuerà la rimozione dell’amianto in sicurezza. L’Amca infine procederà alla demolizione del solaio in calcestruzzo e la muratura in cemento armato, con la successiva cernita delle macerie per lo smaltimento finale. In totale, le attività di sgombero dureranno circa un mese.

Articoli Correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button
Close

Adblock Detected

Please consider supporting us by disabling your ad blocker