CRONACA

Casamicciola, liquidato il Cas di luglio e agosto

Validate 396 istanze di contributo per un totale di circa 700mila euro

Con un’unica determina il Comune di Casamicciola ha disposto la liquidazionedel contributo di autonoma sistemazione per i cittadini colpiti dal sisma. Col provvedimento in questionesi èproceduto alla presa d’atto dell’istruttoria effettuata, all’esito della quale si è provveduto stavolta a validare 396istanze C.A.S. per i mesi di luglio e agosto, anche in base alle dichiarazioni in autocertificazione trasmesse dagli interessati, in ordine allapersistenza dei requisiti per beneficiare del contributo. La spesa, pari a euro 693.558,06,sarà fronteggiata con i fondi erogati e pervenuti nelle casse comunali, come “anticipo”. Il Comune sarà poirimborsato dalla struttura commissariale. Il provvedimento si richiama al decreto n.17/2019 relativo ai“Criteri, procedure e modalità per la verifica, l’istruttoria e la rendicontazione delle spese per laprosecuzione delle attività relative all’assistenza alla popolazione, a seguito della cessazione dello stato diemergenza, di cui all’articolo 18, comma 1, lettera i-bis del decreto legge 28 settembre 2018, n. 109convertito con modificazioni dalla legge 16 novembre 2018, n. 130”. È stata disposta come daprassi la trasmissione al Commissario Straordinario per la ricostruzione nei territori dell’isola d’Ischia delladetermina con la documentazione consistente nelle schede dettagliate, per ogni nucleo familiare, con ilcalcolo del contributo di autonoma sistemazione; attestazione del Responsabile; elenco saldo pagamentiaggiornato al 31 agosto2022, e la dichiarazione di conformità degli atti. Come è noto, la previsione del contributo per l’autonoma sistemazione viene quantificata rispettivamente in € 400,00 per i nuclei monofamiliare; € 500,00 per i nuclei familiari composti da due persone; € 700,00 per i nuclei familiari composti da tre persone; € 800,00 per i nuclei familiari composti da quattro persone fino ad un massimo di € 900,00 per i nuclei familiari composti da cinque o più persone. Qualora nel nucleo familiare siano presenti persone di età superiore a 65 anni, portatrici di handicap o disabili con percentuale di invalidità non inferiore al 67% è concesso un contributo aggiuntivo di € 200,00 mensili per ognuno dei soggetti prima citati, anche oltre il limite di € 900,00 mensili previsti per il nucleo familiare.

Articoli Correlati

0 0 voti
Article Rating
Sottoscrivi
Notificami
guest

0 Commenti
Inline Feedbacks
Visualizza tutti i commenti
Controllare Anche
Close
Back to top button
0
Mi piacerebbe avere i vostri pensieri, per favore commentatex