ARCHIVIO 3ARCHIVIO 5

Casamicciola, sulla litoranea presto il nuovo impianto d’illuminazione

Dalla Redazione

CASAMICCIOLA TERME. Dopo l’inaugurazione delle sfavillanti luminarie natalizie nel centro di Casamicciola, anche il tratto della strada litoranea tra l’Eliporto e l’ex parcheggio Anas potrebbe finalmente riemergere dalle “tenebre”. I lavori di sistemazione per l’illuminazione sul lungomare, cominciati lo scorso settembre dopo quasi dieci mesi di stallo, stanno raggiungendo la fase finale. Due settimane fa gli operai dell’Enel hanno concluso l’opera di posa dei cavi negli appositi alloggiamenti interrati. Intanto sono già arrivati i nuovi pali con fari a illuminazione-led, che consentono una maggiore e più mirata illuminazione con un contemporaneo rilevante risparmio energetico. Il prossimo step sarà quindi costituito dalla posa dei nuovi pali, e dalla parallela rimozioni degli obsoleti e antiestetici pali in cemento armato che ancora si ergono sul lato interno della litoranea, e che ormai costituiscono solo un pericolo vista la loro pluridecennale anzianità. Secondo alcune voci colte a palazzo Bellavista, la posa dei nuovi pali dovrebbe iniziare molto presto, forse già la prossima settimana, col relativo collegamento ai cavidotti interrati, che completeranno l’opera di eliminazione degli antiquati cavidotti aerei. Entro fine anno, al più per l’inizio di gennaio, dovrebbero dunque concludersi le lungaggini, durate in pratica un anno intero, che avevano lasciato il tratto di strada completamente immerso nel buio anche nei mesi estivi, quando il traffico veicolare e quello pedonale erano all’apice. Un guaio iniziato con un’avarìa alla centralina e che aveva generato l’aumento  in  maniera esponenziale delle proteste per le tenebre che di notte avvolgevano totalmente il tratto di un’arteria fondamentale per il traffico dell’intera isola: un’oscurità che nemmeno i fari delle auto in transito riuscivano a ridurre adeguatamente, con tutti i rischi del caso, ove si pensi che il tratto in questione è posto tra un ampio parcheggio col conseguente andirivieni di vetture, e due fermate di autobus molto frequentate, specialmente durante la stagione turistica, quando anche il numero di pedoni che passeggiano sul lungomare è elevato. L’attraversamento della strada, pur in presenza delle strisce, diventava un autentico rischio, una sfida alla propria incolumità. L’amministrazione Castagna, in attesa dello sblocco delle lungaggini burocratiche per dare il via ai lavori, decise allora di predisporre un sistema provvisorio d’illuminazione mediante cavi temporanei per garantire la necessaria sicurezza per pedoni, centauri e automobilisti.

 

Articoli Correlati

0 0 voti
Article Rating
Sottoscrivi
Notificami
guest

0 Commenti
Inline Feedbacks
Visualizza tutti i commenti
Pulsante per tornare all'inizio
0
Mi piacerebbe avere i vostri pensieri, per favore commentatex