CRONACA

Casamicciola, via alla nuova selezione per vigili urbani

Il concorso punta a individuare una nuova unità da assumere a tempo indeterminato e altre sedici a tempo determinato

Arriva il nuovo concorso per selezionare i vigili urbani a Casamicciola. L’iniziativa era attesa, visto anche il recente piano di fabbisogno del personale per il prossimo triennio, approvato dalla giunta capitanata da Giovan Battista Castagna. Il responsabile della seconda area presso il Capricho ha dunque emanato una determina per indire la procedura di assunzione a tempo indeterminato di una nuova “unità di istruttore di vigilanza – interprete – categoria C posizione economica C1 a tempo indeterminato e sedici unità di vigili interpreti categoria C, per tre mesi a tempo determinato.


In caso di un numero di candidati superiore a cinquanta, verrà indetta una preselezione. Per le prove scritte e orali il minimo punteggio per essere dichiarati idonei è 21/30

L’effettiva assunzione è subordinata al rispetto delle normative vigenti relative al ricollocamento del personale di area vasta”, e vi risparmiamo i riferimenti normativi di prammatica. Il corposo bando, composto da 13 articoli, prevede l’eventuale indizione di una prova preselettiva, nel caso di presentazione di oltre cinquanta domande di partecipazione  al concorso. Tale preselezione consisterà in un questionario a risposta multipla avente a oggetto le materie indicate come programma delle prove scritte e orali. Tra coloro che avranno sostenuto la preselezione, saranno ammessi a partecipare alle prove d’esame i cinquanta candidati che avranno ottenuto il miglior punteggio, fatte salve eventuali parità di collocazione all’ultimo posto utile. Tuttavia il punteggio ottenuto nella prova preselettiva non concorrerà alla formazione della graduatoria finale di merito. Per quanto riguarda le successive prove, esse consisteranno in una scritta e una orale, entrambe valutabili in trentesimi. La prova scritta sarà costituita da quesiti a risposta multipla su queste materie:

La graduatoria finale, oltre a determinare il vincitore dell’unico “posto fisso”, potrà essere utilizzata anche per individuare le sedici unità da assumere per il periodo estivo

Codice della strada con relativo regolamento di esecuzione e attuazione e le altre norme sulla circolazione stradale; depenalizzazione e sistema sanzionatorio amministrativo; elementi normativi in materia edilizia, di commercio e ambiente; nozioni sul testo unico delle leggi di pubblica sicurezza e relativo regolamento di esecuzione; legge 48/2017 in materia di sicurezza delle città; nozioni circa la legislazione vigente in materia di armi, stupefacenti e immigrazione; legge quadro sull’ordinamento della polizia municipale (legge 65/1986) e la disciplina della polizia locale regionale; la normativa in materia di sicurezza dei lavoratori sul luogo di lavoro; elementi di diritto penale, con particolare riferimento alla parte generale del codice penale e ai reati contro la Pubblica amministrazione, la persona e il patrimonio; elementi di procedura penale con particolare riferimento all’attività della Polizia Giudiziaria; nozioni sui principali regolamenti vigenti del Comune; nozioni informatiche. La correzione della prova scritta potrà eventualmente essere affidata a una società specializzata in selezione del personale e gestita con l’ausilio di sistemi di elaborazione elettronica dei dati. Saranno ammessi alla prova orale i candidati che avranno riportato un punteggio di almeno 21/30 nella prova scritta.

La prova orale verterà sugli stessi argomenti delle prove scritte,ma anche su argomenti di procedura sanzionatoria amministrativa, elementi di tecnica della circolazione stradale, elementi di diritto costituzionale, ordinamento degli enti locali, normativa in materia di procedimento amministrativo (specialmente in tema di semplificazione, trasparenza, accesso, trattamento dei dati personali), rapporti di lavoro alle dipendenze  delle pubbliche amministrazioni, contratto nazionale di lavoro del comparto regioni e autonomie locali, responsabilità civile, penale, amministrativa, contabile e disciplinare del pubblico dipendente con annessi diritti e doveri, e lo Statuto del Comune. Nel corso della stessa prova orale verrà anche accertata la buona conoscenza della lingua inglese e dell’informatica.

La commissione esaminatrice disporrà anche  di un massimo di trenta punti per la valutazione dei titoli, valutazione che verrà effettuata dopo lo svolgimento della prova scritta e prima della prova orale, per i soli candidati ammessi al colloquio. Il punteggio complessivamente attribuibile ai titoli è stabilito in un massimo di 12 punti per i titoli di studio, 15 per i titoli di servizio, il resto per titoli vari. Saranno dichiarati idonei i candidati che abbiano conseguito una votazione di almeno 21/30 nella prova orale.

La graduatoria finale di merito sarà formata in base alla votazione complessiva dei punteggi ottenuti nelle due prove e dalla valutazione dei titoli. Il primo classificato sarà ovviamente dichiarato vincitore del posto a tempo indeterminato, ma la graduatoria avrà validità triennale, e durante tale periodo essa potrà essere utilizzata per assunzioni a tempo determinato. I candidati idonei assunti a tempo determinato manterranno in ogni caso il diritto all’assunzione a tempo indeterminato secondo l’ordine di graduatoria.

Tags

Articoli Correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button
Close