Statistiche
ARCHIVIO 3ARCHIVIO 5CRONACAPRIMO PIANO

Caso Consip, chiesta la condanna per Woodcock

Condannare il pm di Napoli Henry John Woodcock alla censura e la sua collega Celestina Carrano all’ammonimento. Lo ha chiesto alla Sezione disciplinare del Csm il Pg della Cassazione Mario Fresa nel processo a carico dei due magistrati. Entrambi sono accusati di aver violato i diritti di difesa dell’ex consigliere di Palazzo Chigi Filippo Vannoni, ascoltato nell’inchiesta Consip come testimone, e dunque senza difensore, quando in realtà secondo l’accusa c’erano già gli elementi per iscriverlo nel registro degli indagati.
“Ho sempre cercato di accogliere le parti private delle vicende processuali con il sorriso: ho sempre immaginato che il potere legato a questo mestiere vada esercitato con responsabilità. Ho sempre immaginato il senso di angoscia che prova l’estraneo che entra nel Palazzo di giustizia”. Con queste parole il pm di Napoli Henry John Woodcock, invece, ha rivendicato davanti alla Sezione disciplinare del Csm la correttezza del suo operato.

Woodcock tra l’altro è stato anche tra i principali accusatori dell’attuale europarlamentare Giosi Ferrandino nel processo sulla metanizzazione di Ischia. Lo stesso Ferrandino fu poi assolto con formula piena insieme a Silvano Arcamone.

Articoli Correlati

0 0 voti
Article Rating
Sottoscrivi
Notificami
guest

0 Commenti
Inline Feedbacks
Visualizza tutti i commenti
Back to top button
0
Mi piacerebbe avere i vostri pensieri, per favore commentatex