Statistiche
CRONACAPRIMO PIANO

Chiesa revolution, ecco le nomine di Pascarella

Don Christian Solmonese si insedia a San Vito raccogliendo l’eredità di mons. Giuseppe Regine. L’effetto domino porta don Emanuel Monte alla parrocchia di San Leonardo Abate e don Beato Scotti (che sarà affiancato da don Antonio Mazzella) a San Sebastiano Martire: quest’ultimo sarà anche amministratore di Santa Maria Montevergine

E’ rivoluzione nella Chiesa isolana con una serie di nomine stabilite dal vescovo d’Ischia, mons. Gennaro Pascarella ed ufficializzate proprio nella giornata di ieri. Tutto ha origine dalla necessità di partire dalle nomine per il decanato di Forio, dopo la scomparsa del compianto mons. Giuseppe Regine, storico parroco della Chiesa di San Vito. Per la cronaca la Chiesa di Ischia è divisa in quattro decanati che riguardano altrettante zone del territorio isolano: Ischia, Casamicciola Terme e Lacco Ameno, Forio, Barano e Serrara Fontana. La scomparsa di Regine ha di fatto innescato un valzer di nomine che ha portato letteralmente a ridisegnare la “mappa” della Chiesa isolana. Così il vescovo Pascarella in una lettera aperta ha comunicato le nuove investiture con le relative Chiese di destinazione partendo dalla nota motivazione che lo ha portato a dover provvedere a quello che impropriamente può essere definito rimpasto: “Carissimi, volendo provvedere affinché tutto il popolo di Dio, che vive nelle comunità parrocchiali della nostra Diocesi di Ischia e in particolare del decanato di Forio, sia nutrito dalla Parola e dai Sacramenti, dopo una consultazione dei sacerdoti ho deciso alcune nomine. Il 17 settembre 2021 il Signore ha chiamato in Paradiso Mons. Giuseppe Regine, Parroco della Parrocchia di San Vito Martire in Forio, a lui il nostro ricordo nella preghiera e il nostro ringraziamento per il servizio svolto”.

A questo punto il pastore della Diocesi isolana va dritto al punto con le comunicazioni tanto attese dai fedeli: “Dopo aver fatto un giro di consultazioni vi comunico le seguenti nomine: Nomino don Cristian Solmonese, già Parroco di S. Leonardo Abate, Parroco della Parrocchia di S. Vito Martire. A P. Nunzio Ammirati il nostro ringraziamento per aver retto la Parrocchia di S. Vito M. durante la sede vacante del Parroco. Ringrazio don Emanuel Monte per il servizio svolto nella Parrocchia di S. Sebastiano Martire in Forio e lo nomino Parroco della Parrocchia di S. Leonardo Abate. Nomino poi Parroco di San Sebastiano Martire in Forio don Beato Scotti e Amministratore Parrocchiale di S. Maria di Montevergine. Don Antonio Mazzella, già vicario parrocchiale di S. Maria Assunta nel Santuario di San Giovan Giuseppe in Ischia, affiancherà don Beato Scotti nel suo nuovo ministero, nominandolo vicario parrocchiale di S. Maria di Montevergine in Forio”. Poi il congedo del vescovo: “Ringrazio i sacerdoti per la loro disponibilità e per aver accettato il nuovo incarico, invito le comunità ad accogliere con disponibilità i nuovi Parroci. Nel mese di settembre verrò nelle comunità per presentare i nuovi parroci. Il Signore ci sostenga nel nostro impegno di evangelizzazione e Maria, nostra Madre, interceda per tutta la comunità diocesana di Ischia”.
Dunque è don Cristian Solmonese il successore di monsignor Giuseppe Regine, ma è chiaro che questo cambio ha causato l’effetto domino con le successive nomine comunicate dal vescovo d’Ischia e che come al solito non mancheranno di suscitare riflessioni e dibattito all’interno della comunità isolana e soprattutto dei tanti fedeli. Regine che, tra l’altro, all’ombra del Torrione ha davvero rappresentato un pezzo di storia e lasciato un vuoto incredibile tra la comunità ecclesiastica foriana e isolana in genere. Nato a Forio il 22 novembre 1928, era stato battezzato tre giorni dopo nella chiesa parrocchiale di S. Sebastiano Martire. Entrato a 11 anni nel seminario di Ischia, aveva poi proseguito la sua formazione sacerdotale presso i seminari di Salerno e Posillipo, fino a essere ordinato presbitero il 15 luglio 1951. Ordinario di Storia Ecclesiastica nel Pontificio Seminario Regionale Pio XI in Salerno, era stato successivamente direttore spirituale del Seminario d’Ischia. Cappellano d’onore di San Paolo VI, dal 26 ottobre 1969 era parroco di S. Vito. Il 15 luglio 2021 aveva festeggiato, insieme con il Vescovo di Ischia, Mons. Gennaro Pascarella, i 70 anni di sacerdozio. Insomma un’eredità davvero pesante e difficile da raccogliere che finisce però sulle spalle di un giovane ed apprezzato sacerdote.

Articoli Correlati

0 0 voti
Article Rating
Sottoscrivi
Notificami
guest

0 Commenti
Inline Feedbacks
Visualizza tutti i commenti
Back to top button
0
Mi piacerebbe avere i vostri pensieri, per favore commentatex