Statistiche
CRONACA

Continua la marcia verso l’apertura delle attività commerciali

A livello istituzionale si susseguono a ritmo incessante incontri e riunioni con le associazioni di categoria per approntare tutti i protocolli per garantire di operare in massima sicurezza a imprese, lavoratori e clienti in tempi di coronavirus

La parola d’ordine di questi ultimi giorni è “ripartenza”, rimettere in moto la macchina dell’economia, in tutti i suoi molteplici aspetti, fortemente provata dal lungo periodo di chiusura forzata. Per questo si susseguono riunioni, incontri, video conferenze che vedono intervenire rappresentanti delle istituzioni e delle associazioni di categoria al fine di approntare i “protocolli” necessari tali da consentire, a imprese, lavoratori e clienti/utenti di agire in massima sicurezza sulla base delle norme vigenti in tema di contrasto al coronavirus.

Per fare un riassunto di quanto accaduto solo nelle ultime ore abbiamo raccolto le dichiarazioni di Maurizio Frantellizzi, vice presidente Casartigiani Napoli, che dice: “Nei giorni scorsi ho rappresentato Casartigiani Campania nell’ambito della riunione dell’Unità di Crisi della Regione Campania Covid-19 che si è tenuta con la presenza del Presidente della Regione Campania Vincenzo De Luca, il presidente di Unioncanere Campania Ciro Fiola e tutti i rappresentanti delle associazioni di categoria.All’ordine del giorno la raccolta di proposte per la riapertura ed il riavvio delle attività di ristorazione,bar e pasticceria. Il Presidente De Luca ha manifestato la massima disponibilità nell’acquisire tutte le proposte per elaborare un protocollo unico, semplificato e condiviso che possa permettere una riapertura definitiva delle attività nel rispetto e tutela della salute.De Luca, inoltre, ha ribadito la sua disponibilità sulla riapertura, ma con senso di responsabilità e ricordando che i prossimi 14 giorni saranno fondamentali per un riavvio totale di tutte le attività produttive.Ha quindi previsto un ulteriore incontro prima della scadenza dei 14 giorni (a partire dal 4 maggio) per una valutazione della curva epidemiologica e stabilire se ci sono i presupposti per la riapertura totale delle attività.

Un ulteriore incontro – continua Frantellizzi – è stato quello con il Prefetto di Napoli, Marco Valentini, il vicesindaco di Napoli Enrico Panini, il vicepresidente vicario della Camera di Commercio di Napoli Fabrizio Luongo, i rappresentanti dei sindacati CGIL, CISL e UIL, i rappresentanti delle ASL 1, 2 e 3.Gli argomenti discussi sono stati quelli della fruibilità dei trasporti pubblici locali e gli screening sanitari dei lavoratori. Da questo punto di vista – sottolinea il vice presidente Casartigiani Napoli – ho evidenziato alcune perplessità per quanto riguarda i trasporti pubblici, in particolare i trasporti marittimi che sono carenti, inefficienti e in alcuni casi non sicuri perché non garantiscono il distanziamento sociale.

Inoltre – conclude Frantellizzi – ho chiesto a S.E. il Prefetto poter vigilare su un eventuale aumento dei prezzi dei biglietti che sarebbe un ulteriore colpo di grazia per le attività produttive isolane”.

Ads

Articoli Correlati

0 0 voti
Article Rating
Sottoscrivi
Notificami
guest

0 Commenti
Inline Feedbacks
Visualizza tutti i commenti
Back to top button
0
Mi piacerebbe avere i vostri pensieri, per favore commentatex