LE OPINIONI

Crisi Eav, , le verità di Vignola: «Quindici autobus fermi per gasolio “inquinato”»

Il direttore generale dell’azienda di trasporto pubblico fa il punto sulle recenti difficoltà incontrate dal servizio sulla nostra isola e spiega anche la causa dell’improvvisa carenza di mezzi in servizio

Egregio direttore,

Negli scorsi giorni, nel voler dare risposte ad alcuni articoli che definivano disastroso il servizio di trasporto su gomma svolto sull’isola di Ischia, abbiamo voluto fornire alcuni dati riguardanti l’esercizio svolto nel corso degli ultimi 7 anni. È un dato che il mese di agosto 2019 ha fatto registrare un record sia in termini di km percorsi che di incassi negli ultimi 10 anni. Il senso della risposta non era quello di negare le difficoltà né i disservizi recenti, ma semplicemente di evidenziare che il contesto generale, pur non rappresentando “l’ottimo”, presentava dei segnali comunque positivi. Lo stesso aumento dei ricavi da traffico registrato nel mese di agosto rappresenta, per noi, un segnale di miglioramento, essendo la dimostrazione che gli autobus non vagano nel vuoto ma trasportano, comunque, viaggiatori.

Si potrà senz’altro affermare che non è merito di Eav se i turisti sull’isola aumentano rispetto alla scorsa estate, ma con la stessa serenità si potrà anche affermare che il servizio è stato efficace. Non negando, comunque, che le difficoltà ci sono, sono tante e non per tutte si ha una risposta pronta ed immediata. Il caso ha voluto che proprio nelle ore appena successive all’invio della nota, un importante fatto negativo ha decisamente compromesso lo svolgimento dei servizi. Infatti, nella giornata di mercoledì si è registrato un fermo anomalo di autobus per problemi all’alimentazione, pompe ed iniettori. Abbiamo indagato immediatamente e ne è scaturito che il gasolio immesso sugli autobus risultava “inquinato”, probabilmente da acqua. Abbiamo arrestato l’erogazione dal serbatoio aziendale individuato e si è passati al secondo serbatoio, che già conteneva gasolio a sufficienza per garantire l’erogazione. Il danno, purtroppo, era già stato causato e nelle ore successive si sono fermati altri 15 autobus, creando, evidentemente, una serie concatenata di corse saltate e soppresse.

La ditta cui è affidata la manutenzione degli autobus è intervenuta e sta intervenendo per ridurre i tempi di recupero e di manutenzione, ma gli interventi non sono di immediata soluzione, in quanto, oltre che su pompe ed iniettori, si deve intervenire per la bonifica dei serbatoi su ciascun autobus. Il recupero totale degli autobus interessati prenderà ancora giorni della prossima settimana. Contestualmente, si sta provvedendo per bonificare uno dei serbatoi dell’impianto, indagando sulla causa principale che ha provocato l’infiltrazione di acqua nel serbatoio. Questi sono i fatti come li abbiamo vissuti negli ultimi 4 giorni e come ci accingiamo a viverli nei prossimi, non negando i problemi di un parco vecchio, facendo, se utile allo stemperamento di una polemica che, a volte, appare sterile, autocritica per alcuni errori o scelte sbagliate, ma nemmeno si vuole accettare la critica “a prescindere”.

DIREZIONE GENERALE EAV GOMMA

Annuncio

MARIANO VIGNOLA

RISPONDE GAETANO FERRANDINO – Egregio dott. Vignola, questo giornale – mi sia consentito – non muove mai critiche a prescindere e soprattutto non ama “sparare sul pianista” a prescindere, anzi è un qualcosa lontano mille anni luce dal nostro modo di intendere il giornalismo e fare informazione. Ma a questo punto, al netto della spiegazione tecnica che avete fornito e che prendiamo per buona (proprio perché tendiamo sempre a credere alla buona fede altrui salvo smentita), dobbiamo credere che ci sia una scarsa percezione di quello che sta accadendo sull’isola. Dove, in tema di servizio di trasporto pubblico, davvero non si capisce più nulla. Magari venga a trascorrere una mattinata sull’isola spostandosi in bus, le servirà per avere una percezione più chiara dello stato dell’arte. Ovviamente saremo pronti a dare ampio risalto alla prossima (ci auguriamo) e definitiva risoluzione dei problemi ad oggi riscontrati.

Articoli Correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button
Close