CRONACA

CSPI, la scuola dopo le elezioni del 7 maggio

Così come a livello nazionale, anche sull’isole di Ischia e Procida, grande affermazione della Uil Scuola Rua

Lo scorso 7 maggio tutte le componenti dei lavoratori del mondo della scuola sono state chiamate a rinnovare gli organi elettivi (18) all’interno del CSPI (Consiglio Superiore della Pubblica Istruzione) ed iniziano ad arrivare i primi dati ufficiali. Come spesso accade all’indomani di una tornata elettorale, così come tradizione della politica, ognuno trova un motivo per ritenersi soddisfatto anche se, ed è il caso della UIL Scuola Rua, passare da zero eletti del 2015 ai quattro consiglieri attuali è un risultato che ha dell’eccezionale, nel quale anche le isole di Ischia e Procidanon hanno fatto mancare il proprio sostanzioso contributo.

Giuseppe D’Aprile

“Siamo molto contenti. È un risultato che arriva come risposta a scelte non sempre facili da prendere. Abbiamo deciso di seguire la nostra linea di ascolto, coerenza, impegno, e attenzione – afferma la segretaria generale della Uil Scuola Rua Campania, Roberta Vannini – che fa eco al Segretario Generale Nazionale Giuseppe D’aprile. Le lavoratrici ed i Lavoratori del comparto scuola ci hanno seguito e dato fiducia. Quello del personale Ata poi – osserva la Vannini – è un segnale di fiducia e di condivisione delle scelte operate, a partire dalla posizione assunta in sede contrattuale.

Il dato elettorale, che consegna alla Uil un insieme di 100.000 voti, più del doppio rispetto all’elezione scorsa (46.890), permette di entrare nel parlamentino del MIM con un rappresentante per ogni grado della scuola dell’obbligo. Siamo orgogliosi – conclude Roberta Vannini – di aver contribuito a questo risultato e ringraziamo tutti i nostri coordinatori provinciali, i nostri segretari territoriali unitamente ai loro collaboratori, i nostri RSU, i nostri iscritti ma anche tutti i non iscritti che ci hanno dato fiducia.”.

“In termini numerici – sottolinea il Segretario Generale Giuseppe D’Aprile – la Uil Scuola Rua si afferma nelle preferenze del personale Ata, con oltre 32.000 voti (nel 2015 erano 15.379) e risulta primo sindacato nella Regione Campania con 6393 voti ma è prima anche in Basilicata, Calabria, Lazio, Lombardia, Molise, Piemonte, Puglia e Sardegna. Siamo primo sindacato anche nella scuola dell’infanzia, primaria primo grado e secondo grado. L’analisi del voto registra oltre 20 mila preferenze nella scuola primaria a livello nazionale di cui 5354 a livello regionale, più di 15 mila nella scuola secondaria di primo grado di cui ben 4757 in Campania. Sono circa 20.000 le preferenze date ai candidati della secondaria di secondo grado e la Campania ha contribuito con 4704 voti. Raddoppiato il risultato nella scuola dell’infanzia con circa 9.000 preferenze di cui 2669 nella Regione Campania.L’elemento che più si è sentito – conclude Giuseppe D’Aprile – già nella trasmissione dei primi risultati del voto, è una netta crescita dell’identità di sigla. Questo ci riempie di orgoglio e responsabilità”.

Soddisfazione viene espressa anche dal Responsabile territoriale dell’area Flegrea e delle isole d’ischia e Procida, Nicola Cutrignelli: “Colgo l’occasione per ringraziare la grande squadra delle due isole cugine, i docenti, il personale amministrativo, i collaboratori scolastici che con il loro voto hanno deciso di dare forza e rappresentatività al nostro sindacato. Nelle scuole tra la gente resterà sempre il nostro modo di rapportarci con un mondo, come quello della scuola, attraversato sempre di più da mille problematiche. Noi, come al solito, saremo sempre spalla a spalla con i lavoratori”.

Ads

Ads

Articoli Correlati

0 0 voti
Article Rating
Sottoscrivi
Notificami
guest

0 Commenti
Inline Feedbacks
Visualizza tutti i commenti
Pulsante per tornare all'inizio
0
Mi piacerebbe avere i vostri pensieri, per favore commentatex