ARCHIVIO 3ARCHIVIO 4ARCHIVIO 5POLITICA

Dalla Regione borse di studio da 400 euro: la delibera sul BURC

Pubblicata sul Burc la delibera con cui la Regione dà il via libera alla programmazione delle risorse per le “Borse di studio 2017”. Il beneficio è rivolto alle studentesse ed agli studenti regolarmente iscritti agli istituti delle scuole secondarie di II grado – pubbliche e private ‘paritarie’- della Regione Campania. L’importo della borsa di studio per il 2017 è stato stabilito dalla Regione a 400.00 euro: questa somma è finalizzata all’acquisto di libri di testo, a soluzioni per la mobilità e il trasporto e per l’accesso ai beni e servizi di natura culturale. Per la presentazione dell’istanza di accesso alla borsa di studio si è stabilita a 15.748,48 euro la soglia massima del livello Isee. Entro il 16 marzo 2018 le regioni devono inviare al Ministero l’elenco delle studentesse e degli studenti beneficiari della misura.

IL PIANO. In seguito all’invio da parte del Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca alla Conferenza permanente Stato-Regione della versione definitiva dello schema di decreto avente come oggetto i criteri e le modalità per l’erogazione delle borse di studio, per l’anno 2017, ai sensi dell’art. 9, comma 4, del D. lgs 63/2017, la Giunta Regionale ha deliberato in data 23 gennaio 2018 l’approvazione dell’intervento denominato “Borse di studio 2017”. Le risorse iscritte al Fondo unico per il welfare dello studente e per il diritto allo studio destinate alle borse di studio, sono state così tripartite: 30 milioni di euro per il 2017; 33,4 milioni per l’anno 2018; 39,7 milioni per l‘anno 2019. Alla Regione Campania sono destinati per il 2017 € 5.132.351,12.

LA LOTTA ALLA DISPERSIONE SCOLASTICA. In concomitanza con le iniziative promosse dal Ministero dell’Istruzione, la Regione Campania ha avviato un ricco ventaglio di azioni finalizzate alla riduzione del numero di giovani che abbandonano prematuramente la scuola attraverso iniziative gestite sia direttamente che a titolarità delle scuole. In tale ottica ha attivato, nell’ambito del Programma Scuola Viva, una Cabina di monitoraggio, affidandone la realizzazione a IFEL Campania: il programma intende perseguire l’obiettivo di riduzione del fallimento formativo precoce e della dispersione scolastica.

Articoli Correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button
Close