ARCHIVIOARCHIVIO 5POLITICA

De Siano e “Bambeniello”, faccia a faccia nel segno di Isidoro?

Un incontro. Uno dei tanti, di quelli che da qui alle prossime elezioni amministrative se ne conteranno a bizzeffe. Al punto che piano piano diventeranno quasi una costante, utile soprattutto a mettere insieme i tasselli di un mosaico che allo stato dell’arte appare invero a dir poco disordinato. Succede ad Ischia, e succede qualcosa di davvero significativo. Mercoledì 13 febbraio, fascia oraria serale, arriva l’incontro che non ti aspetti, anche se di questi tempi ormai ti aspetti veramente di tutto: si incontrano il senatore e coordinatore regionale di Forza Italia, Domenico De Siano, ed il consigliere comunale Salvatore Mazzella. Uno di quelli, quest’ultimo, che se non ci fosse bisognerebbe quasi inventarlo, visto che di recente è al centro di tutti o quasi gli intrecci politici, alcuni dei quali invero costruiti pure ad arte ma che regalano un po’ di mare agitato ad una atmosfera che viceversa sarebbe da calma piatta.

Tranquilli, ve lo diciamo in premessa: l’ex sindaco di Lacco Ameno non aveva affatto intenzione di compiere una delle tappe relative ad un giro di orizzonti per testare un eventuale gradimento alla sua candidatura in quel di Ischia, che come abbiamo scritto giorni fa è sempre più lontana per tutta una serie di motivi, in primis gli impegni di partito in terraferma. Secondo alcune indiscrezioni gli scenari che emergerebbero, peraltro tutti da confermare, sarebbero di ben altra natura. Pare infatti che l’ex assessore in quota giosiana Isidoro Di Meglio, sia andato a bussare alla porta del senatore proponendosi come possibile candidato del centro destra alle prossime elezioni amministrative. Una prospettiva questa che, stando ai si dice, non sarebbe stata rispedita al mittente in prima battuta da Domenico De Siano. Il quale, al suo interlocutore, avrebbe più o meno fatto un discorso del genere: «Si può fare, vediamo che tipo di feedback registrerebbe la tua discesa in campo». Prima, ovviamente, di tirare le somme. Da qui sarebbe scaturito l’incontro con Bambeniello, anche per capire se dinanzi ad una discesa in campo come quella dell’avvocato, ci sarebbe stata convergenza e dunque l’eventuale possibilità di far fare un passo indietro a Giuseppe Di Meglio, “Bambi Junior” per intenderci. Difficile capire quali siano state le risposte fornite dal buon Salvatore e soprattutto ancor più complesso capire se la direzione presa da De Siano sia effettivamente frutto di convinzione o magari ci si trovi dinanzi ad un’operazione (e sarebbe l’ennesima) di depistaggio.

Interrogativi che invero sono decisamente comprensibili anche perché in casi come quello di specie ballano una serie di incroci ed intrecci. Ne va, per essere chiari, in primis del futuro del caularone ma anche di una serie di altri assetti che potrebbero trovarsi ad essere travolti a praticamente sessanta giorni dalla consegna delle liste. Ma a convincere poco sarebbe anche la posizione dello stesso Isidoro Di Meglio, che potrebbe non godere più del sostegno incondizionato della numerosa famiglia, tra chi ha più volte sostenuto anche in pubblica piazza che va sostenuto il gruppo Sciarappa e chi invece ha rimarcato sempre senza nascondersi che non se ne parla proprio, alle prossime elezioni, di portare acqua al mulino del duo Giosi-Mimì. Insomma, un bel rompicato. Davvero.

Gaetano Ferrandino

Annuncio

Articoli Correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button
Close