CULTURA & SOCIETA'

Energia della natura nell’arte eterna del maestro scultore Giovanni De Angelis in mostra al Durrueli: un viaggio senza fine nella poesia tra terra e cielo

Il commento dell’artista e collagista ischitana Ylenia Pilato:” ho fotografato tutte le opere esposte del maestro De Angelis, perché ho voluto catturare non solo la bellezza, ma anche le emozioni… La scultura della Nike mi ha colpito in particolar modo. Nel contemplarla è accaduto ciò che piaceva ad Arthur Schopenhauer, quando si fermava a contemplare i capolavori artistici: si lascia il posto solo alla bellezza. È una scultura unica che emana un'ispiegabile aura mistica. L'ho contemplata con occhio direi filosofico. Mi ha colpito anche l'opera pittorica raffigurante due amanti: uno è raffigurato senza testa. Simboleggia l'incarnazione di un amore profondo verso l'altro, per il quale si perde la ragione. Un'opera dal forte impatto visivo che non è solo un elemento decorativo, ma un vero e proprio racconto visivo dell'amore istintivo e passionale. Nel guardarla ho provato una profonda emozione, arricchita dal colore rosso passione sullo sfondo. La filosofia del maestro Giovanni De Angelis è di trasformare le emozioni in opere d'arte tangibili, creando opere che sono non solo esteticamente piacevoli, ma anche emotivamente coinvolgenti…”

Proseguono le mostre personali di arte ad Ischia. Il 2 giugno 2024 è stata inaugurata la mostra personale del maestro Giovanni De Angelis presso l’Hotel Villa Durrueli Resort & Spa di Ischia. Le sue opere sono state ammirate in tutto il mondo, in particolare a Los Angeles, Milano, Locarno, Monaco Di Baviera, Basilea, Bolzano, Colonia, Bruxelles, Parma, Parlamento europeo di Strasburgo e di Berlino. Le sue opere sembrano animate, lo scalpello sembra dare vita alla materia in un gioco di contrasti che è un po’ la sua caratteristica.  Ogni opera prende forma dopo un periodo di analisi e di riflessione, è una fase di introspezione e di ricerca che l’artista vive prima della creazione. Tutto ciò che è vivo, gli dà spunti di riflessione e motivi di creare.

L’ARTISTA E COMMENTATRICE YLENIA PILATO VISITA AL DURRUELI LA MOSTRA DEL MAESTRO GIOVANNI DE ANGELIS

Presso l’hotel Villa Durrueli Resort & Spa il maestro Giovanni De Angelis ha presentato sia opere pittoriche che scultoree. La sua bravura consiste nel trasmutare l’arte in vita e viceversa, come il mutamento in eterno divenire che rappresenta nelle sue opere. La sua produzione è il canto della finitezza dell’uomo ed è una sorta di atto poetico che tende ad una perfezione formale chiara. Arte come manifestazione di un’energia che si alimenta delle naturali inclinazioni dell’artista e di rimandi all’antichita’ e alla modernità. In particolare, le sue sculture hanno nella loro modernità, un’assolutezza classica. Le sculture esposte durante la mostra esprimono perfettamente la femminilita’. Le linee della silhouette sono eleganti e si fondono armoniosamente in un risultato finale con molta grazia. Le sculture si fregiano di un elevato valore artistico e artigianale. La manualità aggiunge valore alla creazione, rendendola unica. Ogni opera esposta del maestro Giovanni De Angelis si attesta come un esclusivo elemento di arredo che aggiunge un tocco di eleganza agli ambienti minimal chic dell’Hotel Villa Durrueli Resort & Spa. Molto originale l’allestimento della triade di opere raffiguranti gli alberi. L’albero è un microcosmo vivente che presenta similitudini con l’essere umano, esso assimila il nutrimento dalla terra ed è simbolo alchemico di creatività che, come araba fenice, trae humus vitale dalla sua stessa decomposizione.  L’albero cresce da un piccolo seme che racchiude tutte le potenzialità dell’origine, come un’idea, un pensiero; esso è metafora delle sfere psichiche della creatività, dell’iniziazione e il suo significato trascende lo spazio e il tempo. Per gli alchimisti rappresenta il compimento dell’opera ed è il simbolo dei cicli della vita interiore e della corrispondenza reciproca tra l’uomo e la natura nella nascita, nella morte, nella rigenerazione e nell’energia vitale. Il maestro Giovanni De Angelis ha creato queste opere raffiguranti gli alberi che hanno una grande forza espressiva. Sono elementi di congiunzione tra la terra e il cielo, tra il mondo luminoso della coscienza e quello oscuro e sotterraneo dell’inconscio. Molto interessante anche l’opera pittorica del maestro Giovanni De Angelis che raffigura degli uomini a cavallo su uno sfondo blu. L’opera ha un’atmosfera pregna di emozione e di azione.

IL MAESTRO SCULTORE ISCHITANO GIOVANNI DE ANGELIS

Sembra una danza tra uomini e cavalli, dove si instaura una connessione profonda che traspare dalle pose e dal colore. Il linguaggio dell’opera è finalizzato a suggerire il movimento e le pulsioni interiori dell’uomo. Di notevole impatto è la scultura del maestro Giovanni De Angelis raffigurante una Nike alata, con le ali dispiegate che sembrano quasi per alzarsi in volo. Si è espressa così l’artista Ylenia Pilato presente al vernissage:” Ho fotografato tutte le opere esposte del maestro De Angelis, perché ho voluto catturare non solo la bellezza, ma anche le emozioni. La scultura della Nike mi ha colpito in particolar modo. Nel contemplarla è accaduto ciò che piaceva ad Arthur Schopenhauer, quando si fermava a contemplare i capolavori artistici: si lascia il posto solo alla bellezza. È una scultura unica che emana un’ispiegabile aura mistica. L’ho contemplata con occhio direi filosofico. Mi ha colpito anche l’opera pittorica raffigurante due amanti: uno è raffigurato senza testa. Simboleggia l’incarnazione di un amore profondo verso l’altro, per il quale si perde la ragione. Un’opera dal forte impatto visivo che non è solo un elemento decorativo, ma un vero e proprio racconto visivo dell’amore istintivo e passionale. Nel guardarla ho provato una profonda emozione, arricchita dal colore rosso passione sullo sfondo. La filosofia del maestro Giovanni De Angelis è di trasformare le emozioni in opere d’arte tangibili, creando opere che sono non solo esteticamente piacevoli, ma anche emotivamente coinvolgenti. In un mondo in cui le sorprese sono sempre più rare, c’è un tesoro nascosto che brilla con un’intensita’ unica. È l’incontro di due esseri che riescono a creare un legame così profondo da sfidare ogni logica e ragione. È quello che mi ha colpito maggiormente in quest’opera, dove è evidente la fusione di cuori e menti. Grazie al maestro Giovanni De Angelis per avermi invitata. La sua arte è un viaggio emozionale che si svela con sentimento, un’esperienza che va oltre la bellezza stessa delle cose e che regala pulsioni di nuova vita in chi la contempla”, ha concluso con gioia Ylenia. 

Fotoricerca di Giovan Giuseppe Lubrano Fotorepoprter

lubranoantonio516gmail.com

Ads

info@ischiamondoblog.com

Ads

Articoli Correlati

0 0 voti
Article Rating
Sottoscrivi
Notificami
guest

0 Commenti
Inline Feedbacks
Visualizza tutti i commenti
Pulsante per tornare all'inizio
0
Mi piacerebbe avere i vostri pensieri, per favore commentatex