Statistiche
CRONACA

IL CASO Inquinamento elettromagnetico a Forio, la denuncia del VAS

L’associazione nazionale di protezione ambientale V.A.S. (Verdi Ambiente e Società APS) ha indirizzato una nota al Direttore del Dipartimento di Napoli dell’Agenzia Regionale per la Protezione Ambientale della Campania (ARPAC) – e, per conoscenza, al Prefetto di Napoli – in merito al rischio d’inquinamento elettromagnetico che da tempo si registra sull’isola d’Ischia, ed in particolare a Panza, frazione di Forio. Nel testo si legge quanto segue: “Premesso che in quella località si sono recentemente verificati alcuni casi di decessi per cause in qualche modo riconducibili alla presenza di due antenne per telefonia cellulare, tra cui la morte del prof. Miragliuolo, la cui famiglia rimane tuttora costretta a convivere con la loro pericolosa presenza a breve distanza dall’abitazione e da una scuola elementare, gli ambientalisti chiedono un urgente intervento di monitoraggio in loco”.

Nella nota, firmata da Ermete Ferraro (consigliere nazionale e coordinatore circolo metropolitano VAS Napoli) e da Nicola Lamonica (delegato per le isole), si ricorda ai destinatari della stessa che il 19 novembre analoga richiesta era già stata inviata in prima istanza – ma senza alcun risultato – al Sindaco di Forio, ricordandogli che il locale Piano Urbanistico Comunale (PUC) non include affatto il Piano delle Antenne (come prevede invece la legge 36/2001, relativa alla ‘protezione dai campi elettromagnetici’). Il testo del documento in ogni caso si conclude così: “In caso d’inadempienza dell’Amministrazione comunale e di mancato intervento dell’organismo regionale di controllo, VAS Napoli chiede pertanto al Prefetto d’intervenire nel merito con i suoi poteri sostitutivi”.

Articoli Correlati

0 0 voti
Article Rating
Sottoscrivi
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
Visualizza tutti i commenti
Controllare Anche
Close
Back to top button
0
Mi piacerebbe avere i vostri pensieri, per favore commentatex
()
x