Statistiche
CRONACA

IL CASO Truffa all’Asl in cambio di vacanze a Ischia, rito abbreviato per sei

Un vero e proprio raggiro perpetrato a danni della Asl, con la corresponsione di favori in cambio di viaggi e benefit, anche dalle nostre parti. Una vicenda giudiziaria che vedrà adesso il processo sprint per sei indagati che hanno scelto il rito abbreviato mentre è atteso il rinvio a giudizio altre 31 persone Nel procedimento figurano la titolare di un laboratorio di Caivano, Vincenza Scotti, e suo marito, direttore del reparto di Patologia, Angelo Costanzo. Entrambi hanno scelto il rito abbreviato così come Angelina Grillo di Marcianise, Giovanni Baglivi di Santa Maria a Vico, Giuseppe Ganzano e Maddalena Schioppa di Casería. Secondo l’accusa i alcuni degli indagati facevano comprare all’ospedale macchinari e materiale medico solo per ottenere tangenti dalla ditta disposta a pagare, dalla quale ottenevano anche vacanze gratis a Capri e a Ischia. L’ammissione al rito abbreviato ha determinato la fissazione di una nuova udienza preliminare per il 18 maggio prossimo dove il gup Emilio Minio deciderà anche sulla richiesta di rinvio a giudizio chiesto dal pm Giuseppe Orso per medici, infermieri, dirigenti, imprenditori ma anche per un politico, come l’ex presidente della Provincia ed ex sottosegretario alla Salute, Domenico Zinzi. Quest’ultimo è indagato marginalmente in quanto avrebbe fatto eseguire ad una sua stretta parente alcune analisi del sangue all’Ospedale di Caserta senza passare per la registrazione attraverso il sistema Cup del nosocomio.

L’inchiesta ruota attorno alle ipotesi di reato, a vario titolo e in concorso, di corruzione, falso, truffa, peculato. Nel procedimento però figurano la titolare di un laboratorio di analisi di Caivano, Vincenza Scotti e suo marito direttore del reparto di Patologia, Angelo Costanzo (accusati con altri di associazione a delinquere) e, rispettivamente sorella e cognato del ras della NCO Pasquale Scotti che fuggì, proprio dall’ospedale di Caserta, nel 1983 ed è stato catturato solo 31 anni di latitanza in Brasile.

Articoli Correlati

0 0 voti
Article Rating
Sottoscrivi
Notificami
guest

0 Commenti
Inline Feedbacks
Visualizza tutti i commenti
Back to top button
0
Mi piacerebbe avere i vostri pensieri, per favore commentatex