LE OPINIONI

IL COMMENTO Buon viaggio, Lello

DI OTTORINO MATTERA

Con la sua scomparsa viene a mancare alla nostra comunità una persona per bene, un uomo dai valori universali, che ha saputo coniugare l’amore della sua terra, alla competenza nel suo ambito lavorativo e che lo ha visto indiscusso protagonista nel suo settore in diverse strutture turistico ricettive di prestigio sull’isola e anche lontano da essa. Un amico, sempre allegro, schietto, ma allo stesso tempo vero e sincero anche nella delicatezza del momento che stava attraversando. La nostra frequentazione si intensifica con le elezioni politiche del 1998, quando insieme a tanti amici e con l’entusiasmo della prima volta governammo il paese con il Sindaco Luigi Telese. Seppe subito attirare su di lui le attenzioni dei più, lui che vantava la sua militanza nella sezione del PSI e che aveva sviluppato una dialettica figlia del confronto nella segreteria della sezione locale. Nei gruppi di maggioranza ci appassionava con le sue argomentazioni, divenne in breve tempo la voce critica ma sempre costruttiva e propositiva della maggioranza. Nella vita era un amicone, un buono, disponibile e sempre pronto a dare una mano, ti accoglieva con un sorriso ammiccante, riponeva enorme fiducia nei giovani.

Ci siamo poi ritrovati di nuovo nella politica attiva in occasione delle elezioni comunali del 2007, nella lista “Fratellanza e Lavoro” a sostegno del Sindaco Giosi Ferrandino. Era il nostro capogruppo, ed è in questo contesto che si intrecciano gli interessi e le sensibilità comuni con Lello, lo Sport in particolare, la cui programmazione amministrativa ci ha visti costantemente in sintonia e in stretta collaborazione. Lello era soprattutto un uomo di sport, ma, dello sport che accomuna, dello sport che unisce, dello sport che esalta i valori dei singoli a servizio del gruppo, ma soprattutto dello sport delle regole, del rispetto reciproco e dei meriti ….”guadagnati sul campo”…., così come spesso predicava ai suoi ragazzi della “Cestistica Isola d’Ischia” ai quali non ha fatto mai mancare la sua presenza. Antesignano, con la sua associazione sportiva di progetti di inclusione che hanno anticipato i tempi e reso “uguali agli altri” tanti ragazzi avviati allo sport nonostante i loro problemi. Regole e valori che egli avrebbe voluto replicare anche nella sua esperienza amministrativa, dove ha vissuto anche momenti conflittuali, che lo portarono alle dimissioni dal ruolo di Consigliere Comunale del 2010, per rimettersi in gioco nel suo lavoro in un albergo di prestigio.

La sua assenza non durò a lungo, preferì non esporsi in prima persona, ma fu il vero motore di una lista civica che ebbe una lusinghiera affermazione e contribuì sostanzialmente alla affermazione del secondo mandato del sindaco Giosi Ferrandino. Inutile dirlo, la nostra frequentazione non si è mai interrotta ed insieme ad altri amici abbiamo immaginato un percorso di persone ed idee ancora attuali. Lello era un appassionato alla politica, a quella vera, quella delle idee, quella del senso di appartenenza, della condivisione, quella dei “cum…panis”, termini propri del suo linguaggio e del suo credo. Generoso, altruista, uomo di squadra, sempre pronto al dialogo, alla dialettica accesa, non sterile, ma carica di contenuti, e soprattutto sempre disponibile, anche a cedere il passo per “far chiudere il cerchio” e, dopo il confronto, ad accettare le regole democratiche, di una maggioranza di eletti dal popolo, avverso a qualsiasi compromesso diverso dal risultato elettorale. Nelle elezioni del 2017, fu il presentatore della campagna elettorale della compagine che poi risultò vincente, nonché co promotore di una delle liste civiche che ebbero modo di meglio affermarsi nella competizione elettorale. La sua coscienza civica ed il suo spirito critico, sono stati per tutti esempio di una politica onesta e trasparente. Chi doveva, non seppe coinvolgerlo. Il suo senso di appartenenza ha fatto di lui un uomo di partito, in ultimo quello democratico, che lo aveva voluto segretario della sezione locale, riconoscendogli un ruolo che meritava proprio per le sue qualità. Il suo contributo di idee e di valori restano patrimonio della nostra collettività. Da ieri, con la sua scomparsa abbiamo perduto qualcosa di autentico, di raro. Buon viaggio Lello, da tutti noi che abbiamo avuto il piacere di conoscerti…

* PRESIDENTE DEL CONSIGLIO COMUNALE DI ISCHIA

Ads
Ads

Articoli Correlati

0 0 voti
Article Rating
Sottoscrivi
Notificami
guest

0 Commenti
Inline Feedbacks
Visualizza tutti i commenti
Back to top button
0
Mi piacerebbe avere i vostri pensieri, per favore commentatex