Statistiche
LE OPINIONI

IL PUNTO Quando essere amici conta

DI SANDRA MALATESTA

Non succede spesso soprattutto nel mondo sportivo in generale e del calcio in particolare, quello che è successo a Bologna e che ha il sapore di una dolce favola. Sinisa Mihajlovich è stato diciamo licenziato dalla società calcio Bologna perché i cinque risultati di inizio campionato non sono stati soddisfacenti con tre pareggi e due sconfitte. Ma il guerriero serbo si è fatto amare tanto dai suoi giocatori, dai tifosi e da chi lo segue e conosce da tempo. Lui è una persona seria e schietta. Crede nel suo lavoro e lo fa con passione. Sinisa pur ammalato di leucemia mielodie ha continuato ad allenare il Bologna negli scorsi anni. Succede poi quello che è successo e perché questa cosa triste non si faceva in estate? Perché fare illudere un guerriero e poi togliergli le armi da combattimento? Ma la cosa dolce arriva, la lezione morale che scalda il cuore e conferma che si, esistono i veri amici. Roberto De Zerbi ex allenatore del Sassuolo e dello Shakhtark viene chiamato a sostituire Sinisa, ma Sinisa è suo amico e lui dice no. Dice che lo avrebbe sostituito solo se Sinisa si fosse dimesso di suo.

Cosi non è stato e De Zerbi dicendo no, ci ha portato oltre. Un amico pensa ad essere amico e non ai soldi che perderà non accettando. La vera amicizia è riservata, non chiede, sta lì ma c’è. E se ci pensiamo è proprio così.Spesso ci sembra più imbarazzante chiedere aiuto a un amico che a un estraneo, quasi come se l’amico da solo dovrebbe capire e intervenire. E così è stato tra De Zerbi e Sinisa. Qualcuno può dire che si va bene ma loro sono ricchi, avrei voluto vedere se fossero stati poveri. E io rispondo che non c’entrano i soldi quando ci si vuole bene. Due cuori e una capanna non bastano ma è così bello quello che si prova nel sapere che non si è mai soli e che in due si fa quello che in uno non si potrebbe fare. Bravo Roberto ti ammiro e so che tu hai dato una botta di vita al tuo amico che in tutta la delusione ha saputo che il suo amico non andrà al suo posto e non la penso come Sconcerti che ha detto che hai sbagliato trattandolo da malato. Sei stato solo un uomo uomo che vuole tanto bene a un amico. Grazie a nome di tutti quelli che credono nell’amicizia vera e che diventa sempre più rara..Sandra

Articoli Correlati

0 0 voti
Article Rating
Sottoscrivi
Notificami
guest

0 Commenti
Inline Feedbacks
Visualizza tutti i commenti
Back to top button
0
Mi piacerebbe avere i vostri pensieri, per favore commentatex