Statistiche
ARCHIVIOARCHIVIO 5POLITICA

Il senatore De Siano e il “sabato del villaggio” mancato

Per una volta succede che, invece che dai soliti gossip, possiamo partire da un qualcosa di certo e concreto. Ad Ischia infatti tornerà a svolgersi a stretto giro una seduta di consiglio comunale. Il presidente del civico consesso, Gianluca Trani, l’ha convocata in prima convocazione per lunedì 30 gennaio alle ore 9 e per martedì 31 gennaio in seconda alle ore 16. Sarà uno solo il punto all’ordine del giorno: “Definizione agevolata delle entrate comunali non riscosse a seguito di ingiunzione di pagamento. Approvazione regolamento”. Quello del consiglio è un atto che va tassativamente votato proprio entro il 31 del mese in corso ed è uno strumento utile per il cittadino debitore  giacché “l’adesione alla definizione agevolata comporta l’esclusione delle sanzioni applicate nell’atto portato a riscossione coattiva tramite ingiunzione di pagamento”. Ecco perché la seduta in questione servirà ad approvare il regolamento, con l’atto che per ovvi motivi sarà dichiarato immediatamente esecutivo, considerato che occorre attivare quanto prima la procedura che consente al debitore la richiesta di adesione alla definizione agevolata.

Nel frattempo sotto banco ci si continua a muovere in vista delle prossime elezioni amministrative. C’è poco da fare, tra chi osserva le mosse del prossimo e chi invece non ha ancora le idee chiare su come e non chi muoversi, l’impressione è che in superficie emergerà ben poco. Mentre resta ancora da chiarire perché Domenico De Siano (unico deputato a farlo, visto i “gradi” che indossa) abbia preteso un così repentino dietro front da Maria Grazia Di Scala dopo che la consigliera regionale aveva mandato in rampa di lancio Gino Di Meglio, ecco che nella mattinata odierna il senatore e coordinatore regionale di Forza Italia aveva pensato di fare un altro passo di natura sondativa. Sia ben chiaro, come abbiamo già riportato nei giorni scorsi non ci sarebbe stata nessuna presentazione pubblica della candidatura nella giornata di domenica, ma ci piace pensare che a questo non avesse mai nemmeno lontanamente creduto anche il più ingenuo degli addetti ai lavori. Ma l’imprenditore lacchese aveva comunque deciso di “convocare” nella sua postazione privilegiata di Piazza Santa Restituta una serie di soggetti politici, imprenditoriali o impegnati nel mondo associazionistico. Può darsi che Mimì volesse vedere che aria tirava, quello che noi sappiamo per certo è che al summit sono state invitate anche persone poco interessate ad impegnarsi in prima persona in politica e soprattutto nemmeno così vicine al senatore. Il sospetto è che si trattasse più che altro di un modo diverso ed originale di trascorrere in maniera alternativa un giorno prefestivo come il sabato, poi potremmo anche aver capito male. Ma attenzione perché proprio nella tarda serata di ieri, peraltro al termine di una serie di versioni più o meno discordanti, è arrivata l’ufficialità: l’incontro al Reginella salta e ovviamente anche nella giornata di domani non accadrà nulla. La famosa discesa in campo da annunciare di domenica sarà rinviata e forse si procederà ad un comunicato stampa o forse no. Per la serie, tutti a dedicarsi alla famiglia o alle proprie passioni e se ne riparlerà in un secondo momento.

Nel frattempo non possiamo fare a meno di soffermarci sulle strategie messe in atto dietro le quinte da alcuni protagonista della recente politica ischitana, che attualmente sono lontani dai riflettori. L’ex vicesindaco Luigi Boccanfuso starebbe cercando di fare da tramite tra Salvatore Mazzella e Domenico De Siano. Un altro ex assessore della seconda consiliatura giosiana, Isidoro Di Meglio, vorrebbe far correre come candidato a sindaco un altro cavallo di razza della scuderia “Bambeniello”, ossia Giuseppe Di Meglio. Ma il noto professionista, negli ultimi tempi, sembra essersi dedicato all’attività professionale ed anche in un settore tutt’altro che agevole come quello dei rifiuti solidi urbani, che ti porta a “dialogare” ed avere costanti rapporti con le pubbliche amministrazioni. Circostanza questa che – in virtù di quel termine tanto usato ed abusato che risponde al nome di “conflitto di interesse” – renderebbe decisamente fastidiosa la carica di primo cittadino. Nel frattempo, a proposito di gossip nell’accezione letterale del termine, i rumors vogliono il sindaco Giosi Ferrandino affaccendato in tematiche diverse da quelle legate alla campagna elettorale. La sua presenza nel Regno Unito, a Londra, riguarderebbero questioni legate ad attività di natura imprenditoriale, con addirittura la possibile apertura di un negozio nella capitale inglese. E c’è già chi, con un pizzico di ironia, parla di “Giosexit”. Noi isolani, in fondo, ne sappiamo sempre una più del diavolo…

Articoli Correlati

0 0 voti
Article Rating
Sottoscrivi
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
Visualizza tutti i commenti
Back to top button
0
Mi piacerebbe avere i vostri pensieri, per favore commentatex
()
x