ARCHIVIO 3ARCHIVIO 5

In manette per spaccio, torna in libertà Carmine Di Meglio

ISCHIA – I giudici del Tribunale del Riesame (presidente Purcaro, relatore Foschini, consigliere Calabrese), si sono pronunciati oggi relativamente al ricorso presentato dai difensori di Carmine Di Meglio e Ilaria Iacono, arrestati al Molo Beverello di Napoli dopo essere stati trovati in possesso di un ingente quantitativo di sostanza stupefacente di tipo hashish. E’ cambiata la misura cautelare nei confronti del ragazzo, i giudici hanno revocato gli arresti domiciliari disponendo la remissione in libertà dell’indagato nei cui confronti è stato però stabilito l’obbligo di dimora nel Comune di Barano. Per quanto riguarda la Iacono, invece, la situazione resta immutata, avendo il tribunale confermato l’obbligo di presentazione alla p.g. Un risultato che evidenzia come le indagini difensive condotte dagli avvocati di Morgera e Iacono, Luigi Musolino e Gianluca Maria Migliaccio, abbiano convinto il collegio in ordine alla sproporzione degli arresti domiciliari per Carmine Di Meglio se rapportati alle risultanze che emergevano dagli atti, mentre come detto la misura già applicata alla Iacono è stata invece evidentemente ritenuta adeguata.

A questo punto è quasi superfluo sottolineare come ci siano attesa e curiosità per il deposito delle motivazioni, che dovrà avvenire entro il termine di trenta giorni, perché il solo dispositivo suggerisce che la differenza tra le due posizioni, che poi rappresenta il caposaldo dell’ordinanza emessa dal gip Colucci in convalida, non è poi così evidente. In quella circostamza, infatti, Carmine Di Meglio aveva dichiarato che Ilaria Iacono era completamente estranea all’acquisto del maxiquantitativo di 600 grammi di hashish. In ogni caso, si può parlare di fosso “zompato” a tutti gli effetti anche dal giovane ischitano, con gli sviluppi processuali che a questo punto si prospettano decisamente diversi e meno irti di difficoltà: la già raggiunta libertà, sia pure con delle restrizioni, non obbligherà più i due ad optare per riti alternativi, ponendoli così nella condizione di poter anche scegliere la piena verifica dinattimentale.

Articoli Correlati

0 0 voti
Article Rating
Sottoscrivi
Notificami
guest

0 Commenti
Inline Feedbacks
Visualizza tutti i commenti
Back to top button
0
Mi piacerebbe avere i vostri pensieri, per favore commentatex