ARCHIVIO 3

“Inviolabilità del domicilio e legittima difesa

Per aderire alla raccolta di firme a supporto della legge di iniziativa popolare che intende rafforzare le norme in materia di Inviolabilità del Domicilio e Legittima Difesa, i cittadini residenti possono recarsi all’Ufficio elettorale del Comune di Procida, dalle ore 9,00 alle ore 12,30 dal lunedì e venerdì, muniti di carta di identità o altro documento valido.

Sull’onda dei fatti di cronaca che riguardano i furti in case e nei luoghi di lavoro, il gruppo politico “ITALIA dei VALORI” ha depositato in Cassazione una proposta di legge che adotta misure urgenti modificando alcuni articoli del codice penale.

In sintesi, si richiede che sia introdotto un aumento delle pene fino a sette anni per le violazioni del domicilio;  che nessun risarcimento sia previsto per danni subiti da chi si introduce volontariamente nel domicilio altrui;  e che non sussista reato per chi si difende.

 

Ecco riportato il dettaglio della proposta:

Annuncio

 

Art.1 (Modifiche all’articolo 614 del codice penale) 1. All’articolo 614 del codice penale sono apportate le seguenti modifiche: a) Al primo comma le parole “da sei mesi a tre anni” sono sostituite dalle seguenti “da uno a sei anni”; b) Al terzo comma sono aggiunte le seguenti parole: ” Ma si procede d’ufficio se il fatto è stato commesso per eseguire un delitto perseguibile d’ufficio”: c) Al quarto comma le parole “da uno a cinque anni ” sono sostituite dalle seguenti ” da due a sette anni”; d) Dopo il quarto comma è inserito il seguente: “Colui che ha posto in essere una condotta prevista dai commi precedenti non può chiedere il risarcimento di qualsivoglia danno subito in occasione della sua introduzione nei luoghi di cui al primo comma”.

 

Art.2 (Modifiche all’articolo 55 del codice penale) 1. All’articolo 55 del codice penale, infine, è aggiunto il seguente paragrafo: “Non sussiste eccesso colposo in legittima difesa quando la condotta è diretta alla salvaguardia della propria o altrui incolumità o dei beni propri o altrui nei casi previsti dal secondo e dal terzo comma dell’articolo 52″.

Le firme saranno raccolte fino alla data del 25 Maggio 2016.

Articoli Correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button
Close