Statistiche
POLITICAPRIMO PIANO

«Ischia chiede concretezza:investiamo su sanità, scuola, trasporti e giustizia»

Intervista a tutto campo con la prof.ssa Carla Ciccarelli, candidata alla Camera con Forza Italia nel collegio plurinominale Campania 1. Che, tra l’altro, fa una significativa sottolineatura: «Non è vero che chi non è ischitano non può fare il bene dell’isola. Anzi, molto spesso all’isola ha fatto di più il “forestiero” che il politico eletto a Montecitorio»

Carla Ciccarelli, docente scolastica presso l’istituto comprensivo Giancarlo Siani di Villaricca, cultore della materia, sposata con l’avv. Giampiero Pirozzi e madre di tre figli, Floriana, Umberto e Raffaele, storica militante in Forza Italia da quando il partito è nato e oggi coordinatrice reginale di Azzurro Donna.

Da oltre trent’anni con la famiglia sceglie Ischia per le sue vacanze: «Adoro Sant’Angelo; sono incantata dal lungomare di Forio; amo le terme de il Negombo a Lacco Ameno; mi emoziona Ischia Ponte masoggiorno sempre a Casamicciola in un hotel della zona perché mi sento in famiglia. Io amo questa terra e vorrei sfatare un luogo comune: non è vero che chi non è ischitano non può fare il bene dell’isola. Anzi, mi piace sottolineare che spesso all’isola ha dato di più anche politicamente il “forestiero” che non il politico locale che magari è stato eletto a Montecitorio. Ed io per Ischia sono pronta a profondere tutte le mie energie».In queste ultime settimane ha cominciato a correre dopo la candidatura nel collegio plurinominale Campania 1 alla Camera: incontri, riunioni, telefonate, radio, tv e naturalmente i social. Approfittiamo di una pausa per farci spiegare le basi, i risvolti e le prospettive di quella che, assicura, «sarà una bellissima campagna elettorale».

Prof.ssa Ciccarelli può anticipare qualcosa sul Suo programma su Ischia?

«Non è solo il mio programma, è il programma che ho personalmente condiviso con i vertici del partito, il Commissario Regionale di Forza Italia, On.le Fulvio Martusciello e con il vice presidente e coordinatore di Forza Italia Presidente Antonio Tajani. Penso che ogni euro in più che si libera debba essere investito a Ischia nella Sanità pubblica, nell’istruzione, nei trasporti e nella giustizia».

«La sanità? Ischia ha il problema della mancanza di medici. Nessuno vuol venire sull’isola perché costi troppo alti tra vitto, alloggio e viaggi. E allora bisogna incentivare i medici così come gli infermieri a venire a sull’isola e riprendere il discorso di zona disagiata»

Ads

Prof.ssa Ciccarelli iniziamo con la Sanità Pubblica. Ischia ha problemi seri per la mancanza di personale medico e paramedico…

Ads

«Il Servizio Nazionale Italiano sta collassando. Gli italiani devono spendere 40 miliardi per la sanità privata perché per prenotare una visita in quella pubblica non bastano 6 mesi. Ischia, poi, ha il grande problema della mancanza di medici.Nessuno vuol venire sull’isola perché costi troppo alti tra vitto, alloggio e viaggi. In pratica essendoci carenza di medici si ‘pesca’ nelle città ma, chi vive in città – a parità di stipendio e costi – preferisce rimanere vicino casa, anziché con uno stipendio uguale spostarsi. E allora bisogna incentivare i medici così come gli infermieri a venire a Ischia e riprendere il discorso di zona disagiata».

Istruzione?

«Punto fondamentale. Oggi i nostri edifici scolastici sull’isola d’Ischia hanno bisogno di una grande ristrutturazione. Bisogna farlo e subito. I fondi del PNRR ci sono. Ad esempio sul territorio di Forio, nell’ambito del PNRR è stato ammesso a finanziamento un importante intervento di ristrutturazione edilizia che sarà realizzato presso il plesso che ospita la scuola dell’infanzia in località Scentone

Un progetto presentato dal comune di Forio a febbraio di quest’anno e ammesso a finanziamento per un importo pari a € 1.779.860,44. Verranno effettuati lavori di ristrutturazione edilizia con demolizione e ricostruzione dell’edificio di scuola dell’infanzia, adeguamento sismico, efficientamento energetico ed incremento del numero dei posti. Basti pensare che per la Campania sono stati destinati complessivamente 427.205.322,62 euro.E poi penso ai docenti che vengono a svolgere il loro lavoro negli istituti scolastici della nostra isola, verso i quali potranno essere predisposte delle agevolazioni con le necessarie coperture finanziarie».

C’è poi un’altra nota dolente, il capitolo trasporti…

«Troppo cari per gli isolani. E’ impensabile che una corsa di aliscafo la paghi quasi 6 euro e un’altra quasi 10 euro, a seconda dell’orario. Ciò significa che per andare e tornare da Napoli ci vogliono 20 euro. Gli ischitani prendono l’aliscafo come i napoletani prendono la metropolitana. E’inconcepibile questa cifra. Inoltre si deve ripristinare un buon servizio di bus sull’isola. Qualche anno fa, quando era SEPSA il servizio funzionavano in maniera eccellente. Era uno dei fiori all’occhiello dei serviziche i turisti potevano usufruire. Ricordo che era stato creata anche una partnership con l’Università di Salerno, facoltà di Informatica per creare le “paline intelligenti’, collocati in prossimità delle fermate degli autobus per comunicare all’utenza, i tempi di attesa. Bisogna riprendere quel progetto e portarlo a termine».

Sull’isola, così come in altre isole minori, il tribunale rischia di scomparire. E sarebbe una iattura…

«Il tribunale è una situazione più complessa. La battaglia, se così possiamo definirla, si deve spostare sui tavoli istituzionali e risolvere nel migliore dei modi. Questo è, dunque, un giorno importante e un passo decisivo. Chi vive l’insularità non può essere disagiato rispetto a chi vive in terraferma e avere un tribunale su un’isola di quasi 70 mila abitanti è un segno di grande civiltà».

«La battaglia sul tribunale si deve spostare sui tavoli istituzionali e risolvere nel migliore dei modi. Chi vive l’insularità non può essere disagiato rispetto a chi vive in terraferma e avere un tribunale su un’isola di quasi 70 mila abitanti è un segno di grande civiltà»

Professoressa obiettivo ambizioso…

«Ora ci sono i soldi. Bisogna saperli spendere bene.Se non oggi quanto altro tempo ancora Ischia può continuare così?»

Lei è candidata nel collegio plurinominale alla Camera, Campania 1/01. Ci spiega come votarla?

«Votare è semplicissimo, basta mettere una X sul simbolo di Forza Italia».

Articoli Correlati

0 0 voti
Article Rating
Sottoscrivi
Notificami
guest

1 Comment
Più vecchio
Più recente Più Votato
Inline Feedbacks
Visualizza tutti i commenti
Livio

Che belle persone ….gente onesta e perbene! Vabbè a parte questa vergogna di gente che avete messo come fotografie ,gli ischitani possono avere un solo sindaco come tutti i posti civile!

Back to top button
1
0
Mi piacerebbe avere i vostri pensieri, per favore commentatex