Statistiche
ARCHIVIO 3ARCHIVIO 5

Ischia, la regina d’Europa amata dai turisti americani

di Francesco Castaldi

ISCHIA – «Sono felice. Era tanto che non potevo dirlo: e cos’è che mi dà questo intimo, preciso senso di gioia, di leggerezza? Niente. O quasi. Un silenzio meraviglioso è intorno a me: la camera del mio albergo, in cui mi trovo da cinque minuti, dà su un grosso monte, verde verde, qualche casa modesta, normale. Piove. Il rumore della pioggia si mescola con delle voci lontane, fitte, incalcolabili. La terrazzetta, davanti, è lucida di pioggia, e soffia un’aria fresca. Il senso di pace, di avventura che mi dà l’essere in questo albergo nell’interno di Ischia, è una di quelle cose che ormai la vita dà così raramente. È un posto dove mi pare di essere sempre stato. Mi sembra il Friuli, la Carnia, l’Emilia. Solo ogni tanto qualche voce vicina mi ricorda che sono nel Sud. Mi aspetta qualcosa di stupendo: quello che si aspetta quando si è ragazzi, il primo giorno di villeggiatura, e si ha davanti un’estate eterna».

Così scriveva Pier Paolo Pasolini nel suo reportage “La lunga strada di sabbia”, nel quale lo scrittore e cineasta friulano raccontò, per conto della rivista “Successo”, del suo viaggio lungo l’intera penisola italiana fatto a bordo di una Fiat Millecento. Il celebre intellettuale – morto nel 1975 in tragiche circostanze – visitò anche la nostra isola, e nel luglio del ’59 soggiorno presso l’Albergo Savoia di Casamicciola Terme, rimanendo affascinato, come si evince dal suo breve ma significativo scritto, da Ischia, che gli ricordava molto la sua terra natia, il Friuli. Una testimonianza, quella di Pasolini, che è in linea con il pensiero di altri artisti e scrittori che hanno avuto il piacere di godere delle bellezze dell’isola verde.

Un’isola che, per i suoi meravigliosi paesaggi, negli scorsi giorni è stata insignita di un prestigiosissimo riconoscimento, il “Best Island Europe”, collocandosi di diritto in una posizione  di privilegio tra le destinazioni turistiche internazionali maggiormente desiderate dai viaggiatori americani. Questa tendenza, come abbiamo avuto modo di annunciarvi nelle scorse edizioni del nostro quotidiano, è stata confermata dagli eccellenti risultati del “2016 World Best Awards”, che sono stati resi noti dal Chief Editor di Travel+Leisure del gruppo American Express Publishing, Nathan Lump.

Ischia, uno dei gioielli del Golfo di Napoli, è molto apprezzata dai turisti d’oltreoceano per la sua rigogliosa natura, e ha addirittura superato nettamente Capri – ritenuta troppo affollata – e questo grazie ad un sistema di accoglienza moderno, che rispecchia l’ideale latino della “mens sana in corpore sano”.

Ads

Alla luce di questo brillante successo, abbiamo raccolto una serie di pareri da parte degli ischitani, che hanno dimostrato di avere un grande senso di appartenenza alla propria isola, che ci auguriamo possa sempre migliorare la propria offerta turistica.

Ads

Articoli Correlati

0 0 voti
Article Rating
Sottoscrivi
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
Visualizza tutti i commenti
Back to top button
0
Mi piacerebbe avere i vostri pensieri, per favore commentatex