ARCHIVIO 3ARCHIVIO 5

Ischia, la voce della protesta: «Basta ai veicoli sul pontile aragonese!»

Che  i cittadini di Ischia siano oltremodo attaccati ai propri veicoli è ormai risaputo. Ne abbiamo scritto più volte anche sulle pagine di questo giornale: i veicoli presenti sul nostro territorio sono ormai quasi il triplo di tutta la popolazione residente e che si vada a lavoro o si voglia fare una passeggiata, è ormai abitudine sempre più consolidata quella di portarsi dietro il proprio scooter o la propria automobile. Perfino quando la meta di destinazione è a pochi metri da casa. Un’abitudine questa, così pessima che ormai anche i divieti finiscono per essere bellamente ignorati, a discapito di qualsiasi altra cosa  o persona. Esattamente come accade nel borgo di Ischia Ponte dove il divieto di transito veicolare che interessa il pontile di collegamento tra il piazzale aragonese e il Castello  è continuamente ignorato dai guidatori che circolano e sostano  senza remore in quell’area vietata. Il motivo è presto detto: oltre la evidente pigrizia generale nello spostarsi a piedi, non ci sono abbastanza vigili a controllare la zona, né tanto meno dissuasori di sosta e di transito. Così i guidatori fanno quel che vogliono, cagionando non pochi disagi. A denunciare quanto accade quotidianamente nel borgo pontano,  Filomena Sogliuzzo, referente del presidio di Libera Ischia e Procida che ha immortalato, in alcuni scatti effettuati nel corso di questo mese, diversi veicoli mentre, a più riprese, circolano e si parcheggiano lungo il pontile Aragonese, pur non essendo autorizzati. Scatti davvero molto eloquenti e che sono arrivati, nelle scorse ore, direttamente sulla scrivania degli uffici del Comando Municipale dei Vigili di Ischia e del palazzo Comunale di via Iasolino, allegati ad una nota protocollata.

«La trasgressione del divieto in oggetto – ha denunciato la Sogliuzzo a nome della neonata associazione Federconsumatori di Ischia di cui è membro attivo – arreca danni alla collettività intera nonché ai soggetti autorizzati al transito veicolare in detta area. Il divieto di circolazione è, infatti, giustificato dalla ristretta larghezza della gareggiata, la quale non permette la contemporanea circolazione di veicoli e pedoni. I veicoli intralciano i passanti mettendone a repentaglio l’incolumità fisica. Basti pensare al disagio provocato alle famiglie a passeggio con carrozzine e ai disabili. La reiterata violazione del divieto di circolazione, inoltre, arreca disturbo e svantaggio anche ai soggetti autorizzati al transito, i quali non riescono neppure ad effettuare manovre nello slargo posto al termine del pontile dove abusivamente sono parcheggiati automobili e scooter». Una situazione, insomma, diventata davvero insostenibile e per la quale,quindi,si fa sempre più pregnante la necessità di trovare una soluzione adeguata, attraverso interventi mirati da parte degli organi competenti.  «Tale situazione danneggia l’immagine dell’isola– conclude la Sogliuzzo –  soprattutto in luogo di rilevanza storico culturale come il borgo di Ischia Ponte, rovinando ai turisti una delle più belle passeggiate che si possono effettuare sul nostro territorio. Per questo motivo, chiediamo, l’intervento tempestivo da parte dei vigili urbani affinchè i trasgressori vengano sanzionati come previsto dal codice della strada, in modo da disincentivare tale illegittimo comportamento e l’installazione di dissuasori di traffico e telecamere a controllo dell’accesso del pontile». L’auspicio, ovviamente, è che il Comune prenda in carico le richieste, anche se, con molta probabilità, data la penuria attuale di addetti ai lavori, per l’arrivo dei rinforzi, bisognerà attendere la conclusione delle prove di selezione dei nuovi vigili urbani.

Sara Mattera

Articoli Correlati

0 0 voti
Article Rating
Sottoscrivi
Notificami
guest

0 Commenti
Inline Feedbacks
Visualizza tutti i commenti
Pulsante per tornare all'inizio
0
Mi piacerebbe avere i vostri pensieri, per favore commentatex