ARCHIVIO 5POLITICA

Ischia Risorsa Mare, il revisore va all’attacco

ISCHIA – Una nota lunga, lunghissima, dai contenuti addirittura devastanti, che rappresenta una vera e propria “mazzata” per i revisori dei conti del Comune di Ischia ma nel contempo il palazzo municipale e l’amministrazione comunale guidata dal sindaco Giosi Ferrandino. Un vero e proprio “missile” che è destinato inevitabilmente ad avere conseguenze ed un effetto domino dalle conseguenze non ancora chiaramente pronosticabili. Parliamo del documento che il revisore unico della società partecipata Ischia Risorsa Mare, Antonio Barile, avente ad oggetto “controllo analogo, comunicazione del 12 febbraio 2016, precisazioni” ed indirizzata per l’appunto al collegio composto da Carmine Lasco, Mario Giuseppe Bruno e Claudio Ranucci ma anche al segretario comunale Giovanni Amodio, al responsabile dell’ufficio Partecipate Antonio Bernasconi e per conoscenza al sindaco Giosi Ferrandino, al presidente del consiglio comunale Gianluca Trani. Volendo tradurre in termini forse eccessivamente semplicistici, ma nel contempo chiari e netti la questione, Barile lascia intendere che non parteciperà ad una riunione di natura contabile contestando l’operato dei revisori e di fatto prendendo le distanze dal loro modus agendi. Detta così può sembrare brutale ma vi assicuriamo che le cose stanno proprio in questo modo. Piaccia o meno.

 

IL “NO” DI BARILE AL SUMMIT COI REVISORI COMUNALI

 

Tutto nasce quando viene comunicato a Barile, via pec (posta elettronica certificata, ndr), che per la giornata di oggi 18 febbraio è stato fissato un riscontro documentale per definire tutte le questioni inerenti l’approvazione dei bilanci della Ischia Risorsa Mare. Ma i revisori scrivendo al collega aggiungono che “per quanto attiene le poste debiti per canoni di concessione e locazione scaturenti dai contratti rep. 4560 del 13.06.2000 per gli anni dal 2001 al 2008 le stesse dovrebbero già essere state controllate sia da chi l’ha preceduta (visto che questo collegio dei revisori è stato nominato solo ad ottobre 2013) ed anche da lei mediante la verifica dei saldi contabili trasferiti alla data della sua nomina oltre all’attività di circolarizzazione dei crediti e debiti che lei avrà sicuramente esperito”. Una richiesta, questa, che proprio non è stata digerita dallo scrivente il quale dopo aver ricordato che il progetto di bilancio chiuso al 31 dicembre 2014 è stato approvato il 5 giugno 2015 e che nessun altro è stato approvato e dunque revisionato del cda risponde per le prime spiegando che “per definire tutte le questioni inerenti l’approvazione dei bilanci della società Ischia Risorsa Mare srl il Revisore Unico di IRM non ha alcun poter di intervento in materia. Egli svolge la revisione contabile e relaziona ai Soci. Pertanto il sottoscritto non vede l’utilità di presenziare a un riscontro documentale. L’Assemblea è stata convocata per l’approvazione del Bilancio al 31.12.2014 ma essa è andata deserta”. Per la serie, dice Barile, fate tutti i “summit” che volete e divertitevi, ma io non ci sarò. Più chiaro di così si muore.

Ads

CONTINUA A LEGGERE SU IL GOLFO IN EDICOLA

Ads

Articoli Correlati

Rispondi

Back to top button