CULTURA & SOCIETA'

La Bellezza può davvero salvare il mondo?

Al via l’ottava edizione del Festival Internazionale di Filosofia di Ischia e Napoli che affronta un argomento mai così d’attualità (anche) sulla nostra isola negli ultimi anni

Attesissima l’ottava edizione del Festival Internazionale di Filosofia di Ischia e Napoli.Tema la bellezza, la sua fragilità e il compito di salvaguardarla.

“La bellezza è fragilità, equilibrio di resistenza a sistemi economici globalizzati che dissipano la natura, il nostro ecosistema per scopi meramente individualistici. Peccato non aver colto l’insegnamento della pandemia. Ma c’è chi ancora nutre la speranza di una ripresa e questo ce lo attendiamo dalle nuove generazioni. La bellezza può davvero salvare il mondo? Una domanda cruciale per il nostro paese e in particolar modo per il Sud Italia che di bellezza “naturale” ne ha tanta, ma è una bellezza a rischio d’estinzione e spesso in vendita. E allora chi salverà la bellezza? Bisogna ribaltare la prospettiva e diventare cittadini consapevoli, meno concentrati nel soddisfare solo i propri bisogni. La strada per una “deselfizzazione” sociale è difficile! Noi esseri umani abbiamo bisogno di guadagnare una reale posizione periferica nell’universo: che cosa significa questo? Dedicarsi di più agli insegnamenti filosofici, quelli che ci portano a considerare le relazioni umane come un bene comune! Siamo nell’era dell’Egocentrismo e i primi a rischiare l’estinzione siamo noi stessi!” – Così il direttore scientifico del Festival Raffaele Mirelli. Per il quarto anno consecutivo il festival riceve l’Alto Patrocinio del Parlamento Europeo. Il festival si terrà a Ischia dal 1 al 25 settembre, un mese intero di eventi dedicati alla filosofia, al senso civico, all’arte. Sia apriranno le danze il primo settembre ai piedi del Castello Aragonese con musica arte e tradizione.

Il 18 settembre presso la Torre Guevara dell’artista Marco Cecchi, poliedrico interprete della bellezza di quest’isola, con un live painting di grande impatto. Il 21 settembre un concerto alla mortella del duo “Facade” che eseguiranno brani di W. Walton di Satie. E ancora conferenze aperte a tutti, ai giovani, alle scuole nei luoghi più singolari dell’isola che quest’anno si conferma meta turistica amata da tutto il mondo: Giardini la Mortella, Castello Aragonese, Biblioteca Antoniana, e la Torre Guevara di Ischia.

RAFFAELE MIRELLI

Oltre alle 100 conferenze gratuite programmate presso la Torre Guevara nei giorni del 23 e 24 settembre con ampio spazio dedicato ai giovani attraverso lo “Young Thinkers Festival”, il festival ospiterà grandi personaggi della cultura contemporanea.   Il 22 settembre ci sarà l’apertura al festival presso i Giardini la Mortella con la lectio del professor Giuseppe Ferraro dal titolo “La bellezza in sé”.
Momento topico del festival è rappresentato anche dai tre appuntamenti serali presso il Castello Aragonese: Benedetta Barzini, modella e docente presso l’Università di Urbino, che il 23 settembre (ore 20:30) aprirà il primo dei tre appuntamenti serali al Castello Aragonese con una lectio dal titolo “La bellezza è un prodotto in vendita”.

Ancora, il giorno seguente (24 settembre ore 20:30) sarà la volta del noto filosofo Stefano Zecchi, il quale si farà portavoce di questo ribaltamento prospettico con una lectio dal titolo “Il mondo salverà la bellezza?

Ads

Il 25 settembre ore 20:30 chiuderà il denso mese di appuntamenti Milovan Farronato, curatore d’arte di fama internazionale, personaggio intrigante e complesso che cercheremo di conoscere meglio con un’intervista esclusiva.

Ads
STEFANO ZECCHI

Organizzatori, collaborazioni e patrocini:
Associazione culturale InSophia, ente no-profit ideatore del festival, in collaborazione con il Comune d’Ischia, il CRF – Centro Internazionale per la Ricerca Filosofica, l’Università di Toronto, Mississauga (dipartimento di Visual Studies), con l’alto patrocinio del Parlamento Europeo, della Regione Campania, del Comune di Ischia, di Barano e Lacco Ameno, della FISP (Federazione Internazionale delle Società Filosofiche) del Circolo “G. Sadoul”, dell’Istituto Italiano per gli Studi Filosofici, del Dipartimento di Scienze Umanistiche dell’Università di Palermo, della SFI (Società Filosofica Italiana), del Premio internazionale di Architettura “PIDA”, del Rotary Club Ischia Isola Verde.   Le scuole: Liceo Statale “G. Buchner” di Ischia; Liceo “A. Canova” di Treviso; Liceo “Lombardi-Radice” di Catania; Istituto “V. Telese” di Ischia; Istituto “C. Mennella” di Forio; Istituto Comprensivo “Anna Baldino” di Barano; Scuola Media Statale “G. Scotti”.

Un Festival ricco di eventi e di grandi appuntamenti da non perdere.Il programma completo di tutti gli eventi è visibile sulle piattaforme social del festival e sul sito: www.lafilosofiailcastellolatorre.it
  I biglietti per le serate al Castello Aragonese possono essere acquistati tramite questo link: http://www.lafilosofiailcastellolatorre.it/eventi2022

Articoli Correlati

0 0 voti
Article Rating
Sottoscrivi
Notificami
guest

0 Commenti
Inline Feedbacks
Visualizza tutti i commenti
Back to top button
0
Mi piacerebbe avere i vostri pensieri, per favore commentatex