CULTURA & SOCIETA'

La medusa nell’acqua cristallina di Ischia: cartoline del lockdown nel Regno di Nettuno

Lo splendido scatto realizzato da Pasquale Vassallo nelle acque straordinariamente limpide a ridosso della Baia delle Monache di Lacco Ameno

Talmente perfetta da sembrare finta: l’ultima fotografia con la quale l’area marina protetta “Regno di Nettuno” racconta la biodiversità delle acque dell’isola d’Ischia durante il lockdown è un armonico inno alla vita sommersa e, al contempo, alla bellezza del paesaggio. Siamo a Lacco Ameno, a ridosso della baia delle Monache, su cui digrada una suggestiva falesia dominata dalla Torre di Monte Vico, eretta per proteggere le coste dalle incursioni dei Saraceni, e spesso sorvolata da falchi pellegrini.
Qui, l’obiettivo del fotografo subacqueo Pasquale Vassallo cattura una medusa pelagia noctiluca nell’acqua cristallina e trasparente. Lo scatto rientra nell’ambito della campagna #LeMeraviglieDelleAreeProtetteAcasa, promossa dal Ministero dell’ambiente e della tutela del territorio e del mare: insieme a Guido Villani, Vassallo – scortato dalla Guardia Costiera di Ischia, con il coordinamento del t.v. Andrea Meloni – ha perlustrato una serie di punti del Regno di Nettuno, istituito nel 2007 per proteggere le coste di Ischia, Procida e Vivara. La foto, condivisa sui canali Facebook e Instagram dell’area marina protetta, è realizzata con la tecnica split, scattando in linea con la superficie del mare. L’obiettivo del reportage, in linea con quanto sottolineato dalla direttrice generale del Ministero, Maria Carmela Giarratano, non è solo quello di rilanciare la conoscenza delle aree di maggior pregio ambientale del nostro territorio, ma anche – come ribadisce il direttore dell’area marina protetta, Antonino Miccio – quello di costruire insieme con chi ci seguirà da casa un percorso che favorisca, nel post Covid-19, “un maggior rispetto delle bellezze naturali e della biodiversità, reali valori aggiunti del nostro mare e leve fondamentali per lo sviluppo di un turismo sempre più sostenibile

Articoli Correlati

Rispondi

Back to top button