CRONACA

La sosta foto costa 15 euro, la tariffa taxi è un salasso

Nonostante il costo del tragitto sia regolato, qualcuno se ne approfitta e spreme le tasche dei turisti chiedendo anche 40 euro per il tragitto che separa il porto ischitano dai Maronti

Siamo in piena estate. Proprio nel momento dell’anno in cui l’isola accoglie la maggior parte dei turisti che scelgono Ischia per giovare delle mille opportunità di svago che il territorio custodisce e offre. Buona parte della fortuna economica dell’isola si gioca proprio in questi giorni. Siamo in alta stagione e c’è chi pensa che questo sia il momento giusto per monetizzare, a tutti i costi, anche spingendo oltre il limite della decenza la richiesta del conto per i servizi erogati ai turisti che ingenuamente credono di poter usufruire facendo affidamento alla piena onestà di chi li offre. E invece, tra la netta maggioranza di persone oneste, c’è qualcuno che se ne approfitta. Come il tassista che nell’accompagnare il gruppo di turisti che voleva raggiungere la spiaggia dei Maronti per visitare il litorale ha chiesto, appena arrivati nella piazza dei Maronti, ben 40 euro. Una cifra decisamente più cara rispetto a quella che il tariffario prevede. La tratta Ischia – Maronti in taxi, infatti, costa appena 25 euro. Con 40 euro, sempre stando alla bontà delle tariffe predeterminate, da Ischia è possibile raggiungere Sant’Angelo, un tragitto decisamente più lungo e stancante per chi è costretto a guidare nel traffico vivace dell’isola.

Conscio dello sproposito chiesto ai turisti il costoso tassista avrebbe chiesto ai colleghi di chiedere, per il ritorno, la stessa cifra. Ma chi svolge il proprio lavoro onestamente, rispettando le tariffe predeterminate si sarebbe ribellato, mantenendo la volontà di chiedere la cifra corretta e giusta.

A tale rimprovero il tassista dei 40 euro si sarebbe difeso giustificando la richiesta di maggiorazione del prezzo per la sosta panoramica concessa ai turisti presso il belvedere dei Maronti.

Ma una fermata di qualche minuto per immortalare uno dei panorami più belli del Sud Italia, può davvero valere un surplus sulla tariffa di ben 15 euro? Una cifra decisamente esagerata che racconta di un’isola che viaggia a due corsie una votata a low-cost sfrenato, con camere di albergo spesso svendute a basso costo e al contempo con tariffe per servizi spropositati rispetto agli standard della terraferma, come appunto il costo della tariffa taxi, capace di raggiungere vette insostenibili, ha dimostrato.

Annuncio

Articoli Correlati

Un commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button
Close