Statistiche
LE OPINIONI

La storia degli alvei e della mitigazione del rischio

Pubblichiamo l’articolata risposta del professionista casamiciciolese Giuseppe Conte che replica alla nuova diffida della Regione al Comune termale

DELL’ING. GIUSEPPE CONTE

Con Opcm n. 3849 del 19 febbraio 2010, avente ad oggetto “misure urgenti per il terremoto di Haiti e altre disposizioni di protezione civile”, il dott. Mario Pasquale De Biase veniva nominato Commissario Delegato per il completamento, entro il 31 dicembre 2010, in regime ordinario e in termini di somma urgenza, di tutte le iniziative necessarie al definitivo superamento dei contesti di criticità nei territori dei comuni di Ischia (Na) – frazione di Pilastri – Montaguto (Av) e Nocera Inferiore (Sa). Il Commissario Delegato doveva provvedere, inoltre, alla realizzazione degli interventi necessari al contrasto della situazione di grave criticità che si era verificata nel comune di Casamicciola Terme (Na) a seguito dell’evento atmosferico di eccezionale intensità del 10 novembre 2009- In particolare, l’opera riguardava “Interventi di mitigazione per il pericolo di ostruzioni degli imbocchi dei tratti tombati mediante opere trasversali di trattenuta del materiale di trasporto solido sugli alvei Senigallia, Negroponte, Fasaniello, Pozzillo, La Rita, Cava del Monaco”. Per la realizzazione del suddetto intervento, il dott. Mario Pasquale De Biase doveva avvalersi, in qualità di soggetto attuatore, dell’Agenzia regionale campana per la difesa del suolo (ARCADIS), nonché del personale della struttura commissariale di cui all’art. 15 dell’ordinanza del Presidente del Consiglio dei Ministri n. 3591/2007, e successive modifiche ed integrazioni.

Con Ordinanza n. 34 del 31 dicembre 2010 il Commissario De Biase prendeva atto del progetto preliminare relativo agli “Interventi per la realizzazione di opere trasversali di trattenuta di materiale da trasporto solido negli alvei Senigallia, Negroponte, Fasaniello, Pozzillo, La Rita Cava del Monaco, Monte Cito – I Stralcio relativo al vallone Senigallia e costituito da soli N.2 elaborati”. Ai sensi dell’art. 14, comma 1, dell’OPCM n. 3920 del 28/01/2011, il Prof. Ing. Edoardo Cosenza, in qualità di Assessore ai lavori pubblici, alla difesa del suolo ed alla protezione civile della Regione Campania – subentrava al dott. Mario Pasquale De Biase nelle funzioni di Commissario Delegato, con il compito di provvedere, tra l’altro, entro il 31 dicembre 2011, in regime ordinario ed in termini di somma urgenza, alla realizzazione degli interventi necessari al superamento della situazione di grave criticità, determinatasi nel comune di Casamicciola Terme (Napoli), a seguito dell’evento atmosferico di eccezionale intensità del 10 novembre 2009. In data 4 aprile 2011 venivano concluse le formalità preliminari relative al trasferimento delle competenze ed alla ricognizione delle attività in essere, previste dall’OPCM n. 3920/2011, tra la struttura commissariale cessante e quella subentrante. In considerazione del fatto che la subentrata struttura commissariale non disponeva di proprio personale, né di mezzi e non era in grado di attivare agevolmente uffici interni di supporto, al fine di assicurare continuità ed impulso operativo alle iniziative avviate prima della emanazione dell’OPCM n. 3920/2011 dalla precedente struttura commissariale e in particolare, a quelle relative al territorio dell’Isola di Ischia, con Ordinanza n. 2/3920 del 01/06/2011 del Commissario Delegato, Prof. Ing. Edoardo Cosenza, in virtù del combinato disposto dell’art. 9, comma 3, dell’OPCM n. 3849/2010 e dell’art. 14, comma 3, dell’OPCM n. 3920/2011, veniva disposto di avvalersi del supporto dell’Agenzia regionale campana per la difesa del suolo (ARCADIS), dotata di personale e strumentazione idonea per l’esercizio di tale missione istituzionale, in qualità di soggetto attuatore.

Con Ordinanza del Presidente del Consiglio dei Ministri n. 4011 del 22.03.2012, recante “Disposizioni urgenti di protezione civile” veniva disposta la proroga al 31.12.2012 per lo svolgimento delle attività Commissariali conferite con la precedente Ordinanza n. 3920/2011. Con successiva Ordinanza del Capo Dipartimento della Protezione Civile (Ocdpc) n. 73 del 02.04.2013 veniva, tra l’altro, disposto il subentro delle amministrazioni ordinariamente competenti nelle iniziative finalizzate al superamento delle situazioni di criticità in atto nei territori dei comuni di Montaguto (Avellino), Ischia (Napoli) – frazione Pilastri, Casamicciola Terme (Napoli) e Nocera Inferiore (Salerno)” ed ai sensi dell’articolo 2, comma 2, della suddetta ordinanza, l’Assessore ai lavori pubblici, alla difesa del suolo ed alla protezione civile della Regione Campania veniva individuato quale soggetto responsabile, tra l’altro, del coordinamento in regime ordinario degli interventi attribuiti alla Regione Campania. Con Determinazione del Commissario ARCADIS n. 222 del 07/07/2011 veniva nominato Responsabile del Procedimento dell’intervento di cui trattasi l’ing. Mariano Serra funzionario ARCADIS. Successivamente venivano avvicendati nella qualità di RUP i seguenti funzionari ARCADIS, il dr. Filippo Silvestre giusta Determinazione del Commissario ARCADIS n. 486 del 29/09/2012 e, per ultimo, il geol. Antonio Caruso giusta Determinazione del Direttore Generale ARCADIS n. 44 del 25/01/2017.

Con Determinazione del Commissario ARCADIS n. 508 del 15/10/2012 veniva individuato il gruppo di progettazione costituito dai seguenti tecnici ARCADIS:

Ads

Progettisti: ing. Flavio De Martino, ing. Rosario Manzi. Geologi: geol. Francesca De Rienzo e geol. Silvio Casale.

Ads

Con Determinazione del Commissario ARCADIS n.194 del 10/04/2014, veniva approvato il progetto preliminare dell’intervento in questioneper un importo complessivo pari ad € 180.000,00. Successivamente il gruppo di progettisti ARCADIS predisponeva il progetto definitivo che veniva acquisito agli atti di ARCADIS al n. 12793 del 05/11/2015 per l’indizione della Conferenza di Servizi, successivamente disposta con Determinazione del Direttore Generale ARCADIS n. 94 del 18/03/2016. I lavori della Conferenza dei Servizi, tenutasi il 06/05/2016, venivano sospesi in attesa del parere di Valutazione di incidenza. Tale parere veniva reso dalla competente Direzione Generale 6 – UOD 6 con Decreto Dirigenziale n. 53 del 27/07/2017. Con nota prot. n. 2017.0514728 del 26/07/2017 del Direttore Generale per l’Ambiente, la Difesa del Suolo e l’ecosistema, in considerazione dello scioglimento e liquidazione di ARCADIS disposti con DD.G.R. nn. 121/217, 261/2017 e 323/2017, veniva richiesto al Comune di Casamicciola Terme (NA), ai sensi della L.R. n. 38/2016 art. 4 comma 5 bis, la disponibilità ad essere individuato quale soggetto attuatore degli “Interventi di mitigazione per il pericolo di ostruzioni degli imbocchi dei tratti tombati mediante opere trasversali di trattenuta del materiale di trasporto solido sugli alvei Senigallia, Negroponte, Fasaniello, Pozzillo, La Rita, Cava del Monaco” CUP I33B10000540001”.

In riscontro, il Sindaco del Comune di Casamicciola Terme (NA) con nota del 04/08/2017 prot. n. 8632, dichiarava la disponibilità del Comune di Casamicciola Terme (NA) “ad essere individuato soggetto attuatore degli interventi riportati nella predetta nota”. La nota sindacale veniva acquisita al protocollo della Regione Campania al n. 2017.0600845 dell’12/09/2017. Con Decreto Dirigenziale n. 426 del 22/09/2017 Dipartimento 50 – GIUNTA REGIONALE DELLA CAMPANIADirezione Generale 6 – Direzione Generale per l’ambiente, la difesa del suolo el’ecosistema, al Comune di Casamicciola Terme veniva attribuita la qualità di soggetto attuatore degli “Interventi di mitigazione per il pericolo di ostruzioni degli imbocchi dei tratti tombati mediante opere trasversali di trattenuta del materiale di trasporto solido sugli alvei Senigallia, Negroponte, Fasaniello, Pozzillo, La Rita, Cava del Monaco” CUP I33B10000540001”. Allo stato: a) non risulta quando sia stata approvata e sottoscritta la convenzione tra il Comune e la Regione; b) non risulta se il per progetto definivo, già predisposto dall’ARCADIS in data 05/11/2015, il Comune abbia indetta una seconda seduta della Conferenza di Servizi, dopo la prima del 06/05/2016, essendosi nel merito della “Valutazione di incidenza” già espressa la competente Direzione Generale 6 – UOD 6 con Decreto Dirigenziale n. 53 del 27/07/2017.

  1. CONTINUA

Articoli Correlati

0 0 voti
Article Rating
Sottoscrivi
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
Visualizza tutti i commenti
Back to top button
0
Mi piacerebbe avere i vostri pensieri, per favore commentatex
()
x